**
  • Home > Gossip > TELEFRIULI: INDUSTRIALI DA INTERNAZIONALIZZAZIONE AL FURLANO
  • stampa articolo

    TELEFRIULI: INDUSTRIALI DA INTERNAZIONALIZZAZIONE AL FURLANO

    69t

    La nuova compagine tutta industriale della governance di Telefriuli sembrava dover essere proiettata verso un nuovo modo di fare conunicazione. Certamente nelle ambizioni dei soci vi era quella di mettere un freno allo strapotere del gruppo Espresso, con la presenza in Regione di Messaggero Veneto e Piccolo. Dopo l'arrivo del vulcanico ed innovativo Tommaso Cerno, da palazzo Torriani si udì lanciare un guanto di sfida verso viale Palmanova. L'unione carta stampata - etere, Friuli/Telefriuli avrebbe dovuto con facilità recuperare quel vasto elettorato moderato stanco di "una certa stampa di sinistra". E così a far parte della cordata l'ingegner Benedetti della Danieli e Alessandro Calligaris: due capitani di azienda noti, specie il primo, in tutto il mondo. Ci si sarebbe aspettati qualche sussulto di orgoglio da parte di chi per anni parla di internazionalizzazione; e poi il giovane presidente di Confindustria Udine Matteo Tonon, sempre negli Emirati Arabi: invece dopo il flop della diretta di tre ore dalla piazza di Rivignano (uno dei più piccoli paesi del mondo), basta dare una rapida occhiata ai palinsesti pubblicati sul sito Facebook di Telefriuli, che conta appena 2.173 like, per rendersi conto che a fare la parte del leone continua la lingua friulana come negli anni 70. Osservate l'immagine (vedi foto e clicca sopra per ingrandire): Ore 19.45 "Contile juste"; ore 20.15 "Le Paraule de domenie" di prè Rizieri De Tina; 21.30 Int e storias, Nini e Zeta Romanin..." Mandi, mandi.

  • Commenti

  • Telefriuli è bene che parli Friulano. Altre idee lasciatele stare, se vi da fastidio il Friulano è un problemo vostro. TF esiste da sempre. Commento inviato il 31-01-2015 alle 18:39 da Dazam
  • i commenti hanno una scadenza visto che vengono pubblicati quando vi pare e/o forse neanche pubblicati a secondo se sono di parte o no. Commento inviato il 30-01-2015 alle 14:03 da anonimo
  • E' vero, come si può essere internazionali, mondialisti, cittadini del mondo se si parla in friulano. Non è meglio svezzare questi provincialotti con delle belle trasmissioni , che so in napoletano o pugliese o siciliano. Per non parlare poi del romanesco. Allora sì che i regnicoli friulgiuliesi si sentirebbero a casa loro, cioè facenti parte del mondo :-))). Commento inviato il 29-01-2015 alle 09:13 da Anonimo

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ