**
  • Home > Gossip > ASILO NIDO: IL GIALLO DEL TELEFONO E DEI PERMESSI
  • stampa articolo

    ASILO NIDO: IL GIALLO DEL TELEFONO E DEI PERMESSI

    140A

    A due giorni dal post pubblicato dal Perbenista sulla "bufala" dell'asilo nido appaltato presso l'Azienda Ospedaliero Universitaria "Santa Maria della Misericordia" cresce la polemica. Il 7 gennaio avevamo già avuto modo dettagliatamente di spiegare i costi, i ritardi e le inefficienze di un asilo nido di cui fino a quel giorno nessuno sapeva neppure il nome. E infatti fu proprio l'addetto stampa dell'azienda ospedaliero universitaria, Luigino Saccavini (di cui pubblichiamo l'unica foto reperibile in rete) a spiegarci che visto l'irrisorio numero di bambini iscritto, l'asilo non era ancora in funzione. Nessuna traccia dell'asilo nido sul sito dell'ospedale Santa Maria della Misericordia; nessuna traccia su nessun altro sito e neppure sulle pagine bianche o persino su Google. Improvvisamente con un gesto fulmineo di astuzia la direzione generale dell'ospedale invia in risposta al nostro post, lo stesso identico comunicato stampa a tutti gli organi locali, da cui indirettamente si capisce che l'asilo ad oggi non è mai entrato a pieno regime. Addirittura il comunicato stampa, nonostante l'asilo sarebbe dovuto essere operativo già da settembre 2014 termina testualmente con le suguenti frasi: " quanti fossero interessati ad iscrivere i propri bambini per la frequenza fin dal mese di gennaio 2015, possono fissare un appuntamento telefonando al numero 3921491939 per visitare il nido e chiedere tutte le informazioni sull'organizzazione; è disponibile per contatti la casella di posta elettronica educativo@lepagine.com". Incredibilmente al numero in oggetto per tutta la mattinata e fino alle 15.45 non risponde nessuno (oltre a noi hanno telefonato per conto nostro anche alle persone e militanti di forze politiche varie), salvo una voce stupita che non riesci a fornirci adeguate informazioni. Possibile che una struttura all'avanguardia non abbia neppure un numero fisso e quindi nemmeno internet? Possibile che la casella di posta elettronica sia quella di una delle cooperative e non ve ne sia una istituzionale? Cosa intende la direzione generale ospedaliero universitaria nel dire che l'asilo può accogliere figli o "nipoti" dei dipendenti dell'azienda? Infine, come può essere operativo, e già accogliere alcuni bambini, un asilo nido dove per ammissione della stessa direzione che scrive si legge: "Dal mese di agosto ad oggi l'Azienda ospedaliero Universitaria e le cooperative concessionarie del servizio hanno lavorato per completare le rifiniture e l'arredo della struttura, per avere le autorizzazioni di legge.."

  • Commenti

  • io ho telefonato e mi hanno risposto... siete sicuri? Commento inviato il 12-01-2015 alle 11:50 da per dire la verità
  • la foto con Renato Pozzetto la dice tutta..."Oggi le Comiche" Commento inviato il 10-01-2015 alle 08:47 da lupopaziente
  • Renato? Paolo Barca maestro elementare praticamente nudista? Commento inviato il 10-01-2015 alle 06:07 da Il sintetico
  • ....vuol dire caro Perbenista che qua sta andando tutto a rotoli... Commento inviato il 09-01-2015 alle 21:31 da Anonimo

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ