il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
PARENTOPOLI IN MARILENGHE AL TEATRI STABIL FURLAN

CASO GIACOMELLO: PD VUOLE UN CONSIGLIO A PORTE CHIUSE

Che la politica fugga sempre di più dai cittadini è risaputo, ma quando scappa anche dalla stampa vuol dire che ha paura di qualcosa. E così, mentre questa mattina, dai microfoni del Perbenista Talk Show, il segretario cittadino del Pd udinese driblava educatamente le domande sul caso Giacomello rivolte dal sottoscritto e dalla collega del Messaggero Veneto, Michela Zanutto, i partiti nelle stanze dei bottoni già lavoravano alle contromosse. Verso al fine della puntata è stato chiesto espressamente se il prossimo consiglio si sarebbe espresso con voto palese o voto segreto sulla mozione di "sfiducia al vice sindaco" reo di aver messaggiato affettuosamente con il presidente dell'Udinese Calcio Franco Soldati. Nessuna risposta, salvo sapere che Carlo Giacomello leggerà un corposo documento di ben otto pagine già visionato dal segretario Enrico Leoncini. Nessuna anticipazione nemmeno sul contenuto di questo documento. E' solo al termine della trasmissione (che andrà in onda domani sera alle ore 21 sul canale 17 di Free) che grazie ad una telefonata abbiamo saputo la cosa più imbarazzante e vergognosa possibile per una democratica amministrazione comunale: la proposta dei capogruppo del Pd Scalettaris, di Innovare D'Este e di Sel Sandra è di indire il prossimo consiglio comunale a porte chiuse (vedi foto). Nessuno potrà assistere alla votazione e neppure alla discussione sul caso Giacomello: fuori dalla porta pubblico e stampa.