**
  • Home > Gossip > ORCHESTRA SINFONICA REGIONALE: CHI MANGIA E CHI DIGIUNA
  • stampa articolo

    ORCHESTRA SINFONICA REGIONALE: CHI MANGIA E CHI DIGIUNA

    33g

    L'orchestra sinfonica regionale, attualmente, è in mano a Massimo Gabellone (vedi foto), persona molto vicina a Torrenti, in fiducia del quale l'assessore regionale ha messo sul piatto 800mila euro. Un finanziamento decisamente alto per un'orchestra che ha cominciato a lavorare lo scorso novembre, tenendo conto che l'anno scorso con 100mila euro in meno e sotto una differente gestione gli orchestrali avevano lavorato per sette mesi. Gabellone, in possesso di un semplice diploma in pianoforte, ha fatto una tournèe nel Balcani, senza alcun invito formale ed autofinanziata. Torrenti, andato a seguito, a Tirana in Albania, sventolò grandi soddisfazioni sebbene in sala non vi fossero più di una cinquantina di persone ad ascoltare il concerto. Tutto questo per acquisire presunta visibilità in giro per il mondo, invece che esibirsi nella Regione che li paga. Poi, come se non bastasse la Regione Fvg fa un bando per pagar loro anche il pullman. Su bandi/avvisi del sito della Regione Fvg si trova traccia delle spese del pullman in oggetto. Forse sarebbe opportuno che l'orchestra sinfonica regionale pubblicasse i bilanci. Perchè non esiste la trasparenza anche nelle associazioni culturali che prendono centinaia di migliaia di euro di soldi pubblici? E' vero, ci domandiamo, che Massimo Gabellone percepisce 80mila euro? I ragazzi, suonano con borsa di studio di mille euro al mese. Ipotizzando che lordi diventino 2mila euro, moltiplicato per quarantacinque componenti si arriva a 90mila euro. Per due mesi fa 180mila euro. Come si arriva ad 800mila euro? Tra novembre e dicembre si dice abbiano fatto non oltre venti concerti. Chi sono, a cosa servono e quanto percepiscono il direttore amministrativo, il direttore tecnico, il direttore di produzione, etc? Purtroppo anche in passato le cose non sono andate in modo molto differente. Anni fa, l'orchestra aveva un milione e ottocentomila euro tra contributi di Regione e Province. E a suonare sempre quei quaranta bravi ma poveri orchestrali. Poi c'era il direttore amministrativo, una pensionata, in ottimi rapporti con il mondo politico di turno, che percepiva circa 65mila euro e le buste paga le faceva lo studio commercialistico del marito cui corrispondevano altri 70mila euro. Basterebbe fare una passeggiata in teatro e chiedere ai ragazzi che suonano qualche informazione; ne sentireste delle belle.

  • Commenti

  • meglio ad un'orchestra che a una sagra della porchetta Commento inviato il 03-01-2015 alle 20:41 da cassie

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ