**
  • Home > Documenti > REGIONE FVG: LA TANGENTE FA CURRICULUM
  • stampa articolo

    REGIONE FVG: LA TANGENTE FA CURRICULUM

    55f

    Ottobre 2011: filmato mentre riceveva la "mazzetta" da 2.700 euro, il funzionario della Regione Fvg Diego Fonn, arrestato in flagranza dalla Guardia di Finanza di Pordenone per il reato di concussione (vedi video allegato). Secondo le Fiamme Gialle la somma era parte di una richiesta complessiva di 50mila euro che il dirigente, in forza alla Direzione Centrale Ambiente ed Energia della Regione Fvg, aveva chiesto per favorire il rilascio di una concessione per l'escavazione di 400mila metri cubi di ghiaia. Le indagini avevano preso avvio dalla denuncia dello stesso titolare della ditta, dal quale Fonn aveva già ricevuto circa 24mila euro. Aprile 2012 Diego Fonn già rinviato a giudizio con l'accusa di concussione dopo l'arresto, viene indagato per corruzione. Questa volta si tratta di un progetto volto alla realizzazione di una centrale idroelettrica. Secondo l'accusa Fonn avrebbe ottenuto un doppio compenso non dovuto per avere svolto la loro attività di ufficio. Da una circolare inviata dalla Direzione Centrale infrastrutture, mobilità e lavori pubblici della Regione Fvg (che fa capo alla dott.ssa Magda Uliana) ai sindaci, con oggetto: "Contributi per gli interventi di prevenzione del rischio sismico previsti dalla legge 77/2009", si ravvisa chiaramente che il responsabile dell'istruttoria è il geom. Diego Fonn, classificato come "specialista tecnico". La circolare in oggetto è datata 28 luglio 2014 ed è firmata dal direttore sostituto Luciano Pozzecco. Ma, ci domandiamo, era opportuno che dopo simili incidenti di percorso, la Regione Fvg reintegrasse il geom. Fonn proprio alla direzione infrastrutture e lavori pubblici come responsabile istruttorie dei procedimenti di contributi?

  • Commenti

  • no.... ma tanto poi sostanzialmente non frega a nessuno. morale, questa sconosciuta... Commento inviato il 23-12-2014 alle 00:14 da Anonimo
  • In un paese normale se verificata la notizia si sarebbero avute le immediate dimissioni di tutta la linea gerarchica del lestofante in oggetto. In questo paese di m. rimarranno tutti al proprio posto ...fino alla prossima abbuffata! Commento inviato il 22-12-2014 alle 19:31 da totonno
  • Che schifo Commento inviato il 22-12-2014 alle 18:15 da Il sintetico
  • No, non era opportuno. Andava rimosso dall'incarico e messo a fare fotocopie, in attesa di un giudizio che deve arrivare rapidamente e non dopo anni. A eventuale condanna deve poi corrispondere il licenziamento immediato e una richiesta di risarcimento per danno di immagine. Commento inviato il 22-12-2014 alle 17:12 da Io sono un dipendente pubblico e penso che...
  • ...più esperto di contributi di lui? Cmq sia, scandaloso non è il fatto che sia stato reintegrato in quello specifico incarico, ma che sia stato reintegrato. Commento inviato il 22-12-2014 alle 15:09 da lupopaziente

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ