il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

L'ARROGANTE CASTA DELLA STAMPA LEDE SE STESSA

Ormai da tempo la stampa si esercita su un vero tiro al bersaglio: politici, imprenditori, vip indagati. La trasparenza vuole che si sappia tutto di tutti e le notizie, se esiste un minimo di libertà di stampa, non vanno mai censurate. Questo fondamentale principio vale per tutti, tranne che per qualche redattore della carta stampata che ritiene che i giornalisti godano di una sorta di immunità. Guai criticarli, guai dire qualunque cosa di loro. Al giornalista è concesso massacrare l'immagine di chiunque se nel rispetto delle regole; ma del giornalista non si può dire o pensare nulla. E così, recentemente, un giornalista di un noto quotidiano locale ha pensato bene di richiedere un provvedimento disciplinare interno all'ordine nei confronti del Perbenista, reo di aver pubblicato un post nel blog, dove "il collega" veniva additato come anziano e in procinto di cambiare settore. Mio Dio che offesa! Ma come potevamo sapere noi una decisione interna al giornale prima che venisse attuata se non perchè informati da altri giornalisti del quotidiano stesso? E perchè dopo dieci anni che l'ordine dei giornalisti non è mai intervenuto in difesa del Perbenista in quanto considerato un blog e non una testata giornalistica, adesso per un provvedimento disciplinare si attiva immediatamente? Qualcuno ci ha detto: chi ha esaminato la questione è in pensione da vari anni ed ha superato i 65 anni; probabilmente non sa cosa sia un blog. Magra, magrissima consolazione.