il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

SELEZIONI DIRETTORI SANITA': BERTUZZI IN TILT

Fra qualche giorno uscirà la tanto attesa nomina dei prossimi direttori generali ospedalieri in Friuli Venezia Giulia, ma già molti dei partecipanti si sono consultati con i propri legali e sono pronti a fare ricorso. Un sacco di anomalie e "cose" che non tornano. Difficile anche elencarle tutte con il giusto ordine. Il primo tema va a toccare le sponsorizzazioni politiche: ci sono alcuni sostenuti dal correntone socialista, altri da quello "universitario" e altri ancora direttamente da singoli assessori regionali. Ad andare in tilt con una serie di strafalcioni nelle delibera del 5 dicembre e con varie anomalie procedurali è il segretario generale Daniele Bertuzzi, che finisce contestato. Veniamo adesso al punto in oggetto: con delibera n°2333 del 5 dicembre 2014 la giunta regionale del Fvg "elenca in ordine alfabetico i nominativi idonei alla nomina di direttore generale delle aziende e degli anti ssr della REgione Fvg". Il segretario generale Daniele Bertuzzi a inizio delibera premete: "In riferimento all'oggetto, la giunta regionale ha discusso e deliberato quanto segue...". 1) Dallo stesso verbale della delibera si può notare che è assente proprio l'assessore regionale alla sanità Maria Sandra Telesca. 2) Si legge testualmente: "...condividendo altresì l'opportunità di dare modo agli stessi candidati, di fornire una più approfondita rappresentazione del proprio potenziale manageriale stabilendo, al tal fine, la facoltà di svolgere un elaborato scritto sotto forma di un test così detto di autovalutazione manageriale, alla quale hanno aderito 112 aspiranti Direttori Generali; preso atto che a conclusione di tutte le attività espletate, la Commissione ha predisposto un elenco di n.177 soggetti idonei alla nomina...; ritenuto di approvare l'elenco alfabetico dei soggetti idonei, la giunta regionale, su proposta dell'Assessore alla salute, Maria Sandra Telesca (CHE INVECE E' ASSENTE) delibera approvato l'elenco costituito da 177 nominativi (INVECE, COME SI PUO' LEGGERE E CONTARE SONO 169)..." A cosa è servito pagare tre saggi, le spese dei saloni e delle procedure per la correzione dei test/selezione se di questa selezione non se ne è stata fatta alcun uso e soprattutto se poi è risultata essere inutile, giacchè anche quanti non hanno partecipato sono comunque apparsi nell'elenco finale degli idonei? Uno degli aspiranti direttori generali si dichiara stupito ed allibito dal fatto "che non sia mai stata fatta e pubblicata alcuna graduatoria, almeno a fasce, dei risultati finali del test di autovalutazione manageriale, sebbene la legge lo imporrebbe trattandosi di un procedimento amministrativo di selezione pubblica". Fra qualche giorno i nomi dei vincitori, alcuni dei quali ampiamente anticipati da mesi, poi partirà la stagione dei ricorsi...