**
  • Home > Gossip > VINO ADULTERATO: HA LE ORE CONTATE LA BANDA DEI COLLI
  • stampa articolo

    VINO ADULTERATO: HA LE ORE CONTATE LA BANDA DEI COLLI

    1V

    Sono i primi giorni di aprile 2014 quando Il Perbenista racconta che a pochi giorni dall'inaugurazione di Vinitaly una serie di controlli nelle aziende vinicole cividalesi, e non solo, avevano riscontrato delle anomalie. Si parla chiaramente di utilizzo disinvolto di additivi, aromi, roba da "sofisticazione". Le aziende risultate positive al controllo erano alemno cinque e quasi tutte dello stesso territorio. Sono in molti a commentare questa notizia scandalo, specialmente all'interno delle lobby del vino e del Ducato. La cosa non stupisce nessuno: nè i "nobili", nè tantomeno i sommelier friulani. Trascorre un mese e la notizia inizia a girare anche negli ambienti giudiziari ed investigativi con una certa insistenza, oltre che fra i leghisti a cui tanto fu "caro" la promozione del Friulano. Si parla di aggiunta di additivi, per l'esattezza di aromi odorosi, in alcuni vini bianchi; probabilmente Sauvignon dei Colli Orientali. Il momento dell'aggiunta dell'additivo potrebbe essere quello della fase dell'imbottigliamento, compiuto pertanto da una società ad hoc esterna a quella delle aziende produttrici di vino. Questa mattina, la Guardia di Finanza di Cividale del Friuli ha scoperto e sequestrato 250 kg di zucchero all'interno di una nota azienda vitivinicola nei Colli Orientali destinato ad aumentare illecitamente il tasso alcoolico del vino bianco. Il fenomeno dello zuccheraggio è ritenuto dalla legge nazionale un vero e proprio procedimento di sofisticazione, che avviene tramite l'aggiunta di saccarosio in luogo del mosto di uva. Continuerà l'omertà o chi da tempo è a conoscenza delle aziende coinvolte deciderà di svuotare assieme alle bottiglie anche il sacco?

  • Commenti

  • Grazie delle preziose informazioni e segnalazioni. Visto che lo fanno tutti ora abbiamo un bel po' di lavoro per i prossimi anni. Commento inviato il 23-10-2014 alle 10:30 da GDF
  • Concordo in pieno con assiduo lettore Commento inviato il 22-10-2014 alle 18:47 da Anomalo
  • Siamo alle solite! Potere agli Ignoranti. Perché le persone prima scrivere non approfondiscono la questione? Avete mai chiesto agli esperti del settore se l'utilizzo di mosto concentrato, attualmente l'unica soluzione permessa dalla LEGGE ITALIANA, sia oppure no la scelta migliore? Perché fior fiore di nazioni in Europa e nel resto del mondo utilizzano LEGALMENTE altre soluzioni? meditate gente, meditate.... Commento inviato il 22-10-2014 alle 17:18 da Masochista
  • cosa non vi è chiaro nel concetto di illegalità? Se in Italia non si può fare c'è ben poco da discutere. Non è inoltre vero che lo fanno tutti. lo zucchero costa 80 cent al kg, un buon mosto 5 volte tanto. Se in europa fanno la cioccolata con il burro di cacao non significa che è migliore. Aprite il cervello Commento inviato il 22-10-2014 alle 14:34 da dottore
  • Quella dell'aggiunta di zucchero è una prassi lecita in tutta Europa, specialmente in Francia, basterebbe obbligare i produttori ad indicarlo in etichetta, ma in Europa gli interessi italianbi nessuno li difende. Commento inviato il 22-10-2014 alle 11:33 da Anonimo
  • L'addizione dello zucchero è un processo del tutto naturale, da sempre operato dai nostri padri e dai nostri nonni per aggiustare la gradazione alcolica del loro vino. Purtroppo, la rEPUBBLICA itaGliana impone ai produttori l'uso del mosto concentrato, quello si prodotto chimico/industriale, che rovina il sapore dei vini e li inquina con elementi estranei alla terra di origine delle uve. Peraltro, lo zuccheraggio, è assolutamente consentito nel resto d'Europa, in particolare in Francia, terra certamente nota per le sue produzioni vitivinicole di eccellente qualità! In definitiva, lo scandalo vero, è l'imposizione dell'uso dei mosti provenienti da altre regioni, le cui produzioni eccessive e di scarsissima qualità vengono così "reciclate"!! Impariamo a difendere la nostra terra prima di sputtanare chi lavora!! Grazie e Mandi ;) Commento inviato il 22-10-2014 alle 09:03 da un assiduo lettore
  • Non è che serva Sherlock Holmes, eh ... Basta verificare quanti chimici lavorano per le aziende del settore (quelle più blasonate ...) Commento inviato il 21-10-2014 alle 16:26 da Anonimo

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ