**
  • Home > Documenti > STADIO: INDAGATO IL SINDACO FURIO HONSELL
  • stampa articolo

    STADIO: INDAGATO IL SINDACO FURIO HONSELL

    2h

    Il sindaco di Udine, Furio Honsell ( vedi foto) è stato sottoposto ad indagini in ordine al reato p. e p. dell'art. 323 del codice penale: Abuso d'ufficio. Indagati assieme a lui anche il presidente dell'Udinese Calcio, Franco Soldati per turbativa libertà degli incanti (art. 353 cp) e Marco Padrini . Esaminata la richiesta di archiviazione del Pubblico Ministero, ritenuto che la richiesta allo stato non può essere accolta, visto l'art. 409 comma 2 c.p.p.  il giudice dott. Paolo Alessio Vernì ha fissato la data dell'udienza in Camera di Consiglio per il giorno 18 settembre alle ore 10.30.

  • Commenti

  • E una bolla di sapone. Commento inviato il 13-09-2014 alle 20:59 da Purtroppo
  • Sul Sindaco di Codroipo mi piacerebbe fare qualche post... Ma se Marco non posta niente e, so che non posterá mai niente contro di lui.... Marco considera marchetto un figlio del brik abbandonato dal padre perché caduto in disgrazia.... Ed essendo Marco uno che se la prende con i potenti e non con i deboli lo lascia stare.... Le cose sono un pó piú complesse, anche se il concetto di fondo è come dice Belviso... Il brik abbandona i suoi figli fin quando non gli sono funzionali.... Nel caso di Codroipo son altri gli aspetti da valutare Commento inviato il 13-09-2014 alle 19:49 da Lega per la difesa dal soccorso rosso internazionale
  • Finirà tutto in una bolla di sapone...purtroppo! Commento inviato il 13-09-2014 alle 13:24 da Anonimo
  • ... e il sindaco di Codroipo ? Commento inviato il 13-09-2014 alle 11:45 da Anonimo
  • Questi di sinistra hanno la faccia come il culo..... Son sicuro che sentendosi onnipotenti del l'avviso ricevuto non gliene freghi un cazzo.... Invece adesso sono incazzato con Renzi e il Pd per la vicenda dei maró.... Ci hanno preso per il culo per l'ennesima volta e anche il sottoscritto che si era fidato di Renzi.... Sará l'ultima volta che mi prende per il culo quel toscano strafottente democristiano con la faccia da damerino.... Mi occuperó solo della vicenda dei maró fino quando sará finita... Per tanto logorroico che sono non saró mai petulante come tutte le associazioni e i partiti di sinistra che hanno rotto i coglioni per anni a tutto il mondo per liberare una delinquente terrorista condannata in usa per reati infamanti che vanno dalla banda armata, alla rapina, all'oltraggio alla corte... Per questa ...... Si é mosso tutto il "soccorso rosso internazionale" e abbiamo dovuto appoggiare la guerra in Kosovo e fare la legge sull'indulto..... Ha ragione di natale, anche se ha usato la metafora a sproposito e sempre per farsi i cazzi suoi.... Il vero pericolo é il "soccorso rosso internazionale".... Pertanto che tratto questo argomento cambio anche nickname da logorroico a "lega per la difesa dal soccorso internazionale" Commento inviato il 13-09-2014 alle 11:02 da Lega per la difesa dal soccorso rosso internazionale
  • avanti popolo Commento inviato il 13-09-2014 alle 09:37 da LION
  • Per Serracchiani regole diverse a seconda del momento - in occasione delle elezione regionali della primavera 2013, allora Segretaria regionale in carica, era persino giunta a far sottoscrivere un documento ai consiglieri regionali uscenti del Pd con il quale s'impegnavano a dimettersi, se eletti Consiglieri, qualora fossero stati raggiunti da avviso di garanzia. Ora Presidente della Regione adotta regole diverse: per uno dei suoi assessori raggiunto da comunicazione giudiziaria si è inventata la sospensiva e per le altre situazioni analoghe riguardanti consiglieri regionali indagati e già condannati, fa finta di non vedere e li lascia continuare a ricoprire incarichi istituzionali. Ci crede tutti fessi . . . . . ora dirà che è di competenza del partito e non sul la decisione riguardo agli indagati Commento inviato il 12-09-2014 alle 21:27 da Anonimo
  • e cumò? Commento inviato il 12-09-2014 alle 21:13 da Anonimo

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ