**
  • Home > Gossip > L'ORDINE DEGLI ARCHITETTI RICHIAMA L'ASSESSORE SANTORO
  • stampa articolo

    L'ORDINE DEGLI ARCHITETTI RICHIAMA L'ASSESSORE SANTORO

    42M

    Ennesima grana per il Partito Democratico e la credibilità della giunta Serracchiani; questa volta al centro dell'attenzione è l'assessore regionale alle infrastrutture Maria Grazia Santoro (Pd). All'ordine degli architetti di Udine la tensione si taglia ormai con il coltello. Sono già due i richiami deontologici che il presidente Bernardino Pittino ha "notificato" alla collega, architetto Maria Grazia Santoro (vedi foto). Al centro della polemica lo studio associato della Santoro e le dichiarate incompatibilità fra il ruolo di progettista di piani regolatori e quello di assessore regionale competente all'approvazione degli stessi. La Santoro si sarebbe difesa sostenendo che la sua collaborazione con lo studio associato che porta il suo nome si è interrotta ma, ad oggi, con la sua spiegazione ha convinto solo pochi colleghi.

  • Commenti

  • Al finiscila di sparare cazzate.... Probabilmente é vero che gli architetti sono sempre pronti a campare con la tessera del partito, ma c'é sempre una eccezione che conferma la regola.... Della serie se nascevo democristìano ero miliardario Commento inviato il 09-09-2014 alle 08:32 da Io logorroico
  • architetti = politica ! Trovatemi un architetto che lavora senza che sia intrufolato nella politica! In Italia architettura si legge politica! Da sempre! E' inutile che all'ordine facciano tanto i verginelli! L'architettura italiana e' scarsissima anzi pessima... perche' inquinata dalla politica! Una volta si salvava Renzo Piano... ma e' diventato pure lui Senatore... il che dimostra la mia equazione! E poi in questo Paese gli avvocati, per esempio, parlamentari e al governo lavorano piu' di prima ahahahah!!! Io ne avevo uno Sottosegretario che andava nei tribunali, per processi privati, con auto-blu e altra di scorta ! :) Quindi tranquilla Santoro... nessuno ti schiodera' e nessuno ti fara' mai pagare nulla... anzi! Vuoi vedere che il lavoro sara' quintuplicato? ehehehhehe!!! (sara' per quello che monta la rabbia all'Ordine?) Ma Renzi nn ha detto che dobbiamo guardare alla Germania??? ahahahhahahahahaha!!!! Simpaticone !!! Commento inviato il 08-09-2014 alle 17:39 da al di codroipo
  • Lasciamo stare Pittino, che ha già le sue ed anche la magistratura. Qui la questione è seriamente politica. C'è un assessore regionale che dovrebbe fare politica regionale ma che invece pensa e agisce in funzione dei suoi interessi professionali (altro che Torrenti). E questo, nei paesi liberi e moderni, si chiama "conflitto di interessi". Ma la "nostra" non sa neppure cosa sia. Un paio di esempi? 1. Non appoggia la riforma degli enti locali in discussione nella giunta di cui fa parte (basata sull'aggregazione dei comuni) perché questa le cambierebbe i soggetti e le regole del gioco e le toglierebbe l'acqua nella quale, professionalmente parlando, vuole continuare a nuotare (la nostra fa "piani regolatori COMUNALI"). Alla faccia delle riforme per spendere meno e funzionare meglio!. 2. Ha imposto come obiettivo principale del suo referato il "piano paesaggistico" perché è l'unica materia -delle tante, troppe, che le hanno assegnato- di cui sa forse qualcosa (e di cui gli altri in giunta sanno niente e su cui non possono dire niente) e soprattutto perché le consente di accreditarsi nel mondo professionale nazionale (non si sa mai come vanno le cose in politica). Ma, il paesaggio, è una priorità per la regione? Pur essendo, in astratto, cosa nobile, il paesaggio non è certo una priorità per i cittadini di questa regione che oggi si trovano a dover fronteggiare la più grave crisi economica dal dopoguerra in poi. Ma non è neppure una trovata politica intelligente: il "piano paesaggistico" che vuole la nostra, infatti, si basa, per legge, su un accordo con i ministeri romani. Ergo, per gestire il paesaggio regionale, dobbiamo avere il placet di Roma quando invece, lo statuto d'autonomia del FVG, le avrebbe consentito di prendere una strada ben diversa per decidere, in piena autonomia e valorizzando la specialità, come gestire il territorio regionale. Ma autonomia e specialità sono cose troppo difficili per la nostra che ascolta solo la sua incontenibile presunzione. Un piano del paesaggio del FVG deciso con Roma, infatti, le consentirà di avere un busto in marmo davanti al palazzo della Regione in Piazza Unità. Con buona pace della specialità e dei bisogni veri di questa regione! Commento inviato il 07-09-2014 alle 22:53 da Abracadabra
  • in Regione c'è chi fa archiviare tutto e senz'altro interverrà anche in questo caso Commento inviato il 07-09-2014 alle 21:35 da Anonimo
  • E' ormai evidente quale sarà la conseguenza più visibile di questa giunta Serracchiani ... altri (futuri) 5 anni di Tondo presidente !!! Commento inviato il 06-09-2014 alle 22:01 da Anonimo
  • Sono voracissimi. Assessore esterno in comune, assessore esterno in regione, insegna all'universitá e ancora non si accontenta... Non ha mai preso un voto e campa solo di soldi pubblici Commento inviato il 06-09-2014 alle 16:39 da Il sintetico indignato
  • Questi del pd hanno la faccia come .... Tanto i voti li prende Renzi.... Questa qua ...per i suoi amici senza aver preso un voto... Mi vanto di non aver mai preso un incarico pubblico né come architetto né come politico con un peso politico nettamente superiore alla mia collega assessore.... Certo che queste notizie fanno veramente incazzare..... Altro che richiami deontologici.... Qui bisogna venire alle mani.... Creano le crisi economiche e poi lottizzano le prebende.... Vergogna a tutti. Commento inviato il 06-09-2014 alle 16:25 da Il logorroico
  • L'ordine degli architetti potrebbe spingere qualche suo iscritto quando si candida.... Non lo dico per me che non chiedo mai niente a nessuno e per i voti mi son sempre arrangiato da solo.... Quando si candidó l'allora presidente cacciaguerra prese si è no i voti dei suoi amici intimi..... Cosí per mettere un assessore competente lo devono scegliere esterno e tra quelli che hanno mangiato sempre con i partiti grossi.... Cosa pretendete che facciano coloro i quali si son sempre comportati cosí? Non servono i richiami deotonlogici.... Bisogna mandare in consiglio architetti che poi le leggi sull'edilizia e l'urbanistica le fanno solo politici o avvocati che di cose tecniche non capiscono un tubo. Commento inviato il 06-09-2014 alle 15:41 da Il logorroico

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ