il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
CLICCA SUL BANNER IN BASSO DI VIDEOTELEBLOG

DIEGO MORETTI:ARBITRO E TIFOSO DEL MINIRIGASSIFICATORE

La procedura di valutazione di impatto ambientale e di incidenza ambientale per l'insediamento a Monfalcone di un terminale di stoccaggio, rigassificazione e distribuzione del Gnl nel Porto presentato da Smart Gas sta sollevando un acceso e preoccupato dibattito in città. "Spesso anche al di sopra dei toni - afferma il segretario del Pd monfalconese Lucia Giurissa che ritiene che -  il progetto debba venir valutato con approccio sereno ed obiettivo senza preconcetti".  Questa sera al Kinemax di Monfalcone, si terrà un dibattito pubblico sul "mini-rigassificatore" proposto da Smart Gas, consorzio industriale capeggiato dall'imprenditore locale Alessandro Vescovini, che guida la Sbe, composto anche da altre importanti realtà come Sangalli, Fantoni, Pittini, Abs e Burgo. Il progetto che prevede un investimento di circa cento milioni di euro preoccupa, fra gli altri, il consigliere comunale di Monfalcone Claudio Martin (Idv), poichè a suo avviso, prevede una nuova banchina portuale di 432 metri, l'approfondimento del canale di accesso al porto a meno 13,5 metri e pure diga foranea, cioè lontana dalla lineadi costa di 1.478 metri di lunghezza e 3,5 di altezza e sue serbatoi alti 36 metri. Il progetto prevederebbe inoltre che parte del gas sbarcato a Monfalcone, ancora allo stato liquido venga trasportato verso altri siti via mare, ma anche con autocisterne e su ferrovia. Un aspetto da non poco conto che ha fatto dire all'assessore regionale Maria Grazia Santoro che prima di tutto viene la sicurezza della navigazione e della stessa città di Monfalcone. Argomento quello della sicurezza che dovrebbe essere noto anche al consigliere regionale del Pd, ed ex sindaco di Staranzano, Diego Moretti (vedi foto), dipendente della Sbe di Vescovini come responsabile per la sicurezza. Assunzione, quella di Moretti, che mette in imbarazzo buona parte del Partito Democratico, tanto che interpellati dal Perbenista, molti consiglieri hanno asserito di non esserne al corrente. Infatti, oltre ad essere consigliere regionale, Diego Moretti, è anche membro della 4° Commissione: "Lavori Pubblici, pianificazione territoriale, viabilità, trasporti, porti, navigazione, protezione civile, energia, tutela dell'ambiente e del paesaggio, cave e miniere", presieduta dal suo collega di partito Vittorino Boem. Ci domandiamo se sia opportuno che Moretti occupi un ruolo di responsabilità all'interno della Sbe di Vescovini e contemporaneamente partecipi a riunioni e votazioni in consiglio regionale e 4° commissione dove spesso potrebbe trovarsi in imbarazzanti conflitti di interessi. Forse lo stesso dubbio è venuto anche allo stesso Diego Moretti, giacchè sul suo curriculum pubblicato sul sito della Regione Fvg e del Pd Fvg, risulta la seguente dicitura "dal 1998 è impiegato amministrativo presso una primaria industria metalmeccanica di Monfalcone, dove si occupa di salute e sicurezza sul lavoro"; un pò generico vista l'istituzionalità del ruolo pubblico.