il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

L'INTELLIGENCE PD PREMIA INSIEL PER LA FUGA DI NOTIZIE

Solo nella Regione Fvg può accadere - La ormai nota vicenda "Wikileaks friulana" partì nel maggio del 2014, quando l'assessore regionale Paolo Panontin minacciò duramente gli organi di stampa locali nel caso di pubblicazioni di eventuali mail sottratte alla sua posta elettronica. Giusto diritto alla privacy. Ma la cosa curiosa, o se vogliamo dirla con una dose di cinismo, fantozziana, è che la delega a seguire l'Insiel sia proprio di competenza dello stesso Panontin. L'avvocato di Azzano X contemporaneamente alla minaccia di querela, lanciò immediatamente un'invettiva affermando che avrebbe immediatamente predisposto una verifica generale all'interno di Insiel per capire chi e come potesse aver violato la sicurezza del sistema informatico regionale. Non solo: appena un mese prima ci fu una conferenza stampa (vedi imbarazzante foto) di Panontin, assieme all'amministratore di Insiel Lorenzo Pozza, al presidente di WikiItalia Riccardo Luna e alla governatrice Debora Serracchiani per illustrare in pompa magna, con tanto di camper in Piazza Unità e foto con Cosolini, il progetto "GO ON FVG" - SVEGLIA ITALIA. Mai nome più azzeccato. Non solo; andando a visitare il sito del Pd nazionale, Areadem, è possibile leggere una nota dell'ex sottosegretario agli interni e membro del Copasir (servizi segreti), Ettore Rosato, braccio destro della Serracchiani, "l'importantissima notizia" secondo cui il governo tedesco avrebbe espulso un rappresentante dei servizi segreti americani in seguito all'acuirsi di uno scontro con Washington sulle rivelazioni segrete del Datagate. Sono trascorsi quattro mesi dallo "scippo della posta elettronica", non si è trovato il responsabile ma ieri, Debora Serracchiani, assieme Panontin e a Lorenzo Pozza hanno annunciato una riforma di Insiel che non prevederà tagli al personale, bensì promozioni (!) per la "responsabilità, puntualità e serietà con cui Insiel ha lavorato in questi ultimi mesi".