il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

DUE CERCHI MAGICI BOCCIANO DEBORA E FIRST MAN

Debora Serracchiani, la rottamatrice con la frangetta a cui solo qualche anno fa la stampa internazionale dedicava copertine e prime pagine, oggi è già in pieno declino. Prima Matteo Renzi, poi la bella Boschi, poi la super votata Bonafè ed oggi la nuova Lady Pesc Federica Mogherini, hanno rapidamente offuscato l'iimagine della governatrice friulana. Per qualche giorno la stampa filo Repubblica ha cercato di "venderla come il prossimo ministro degli esteri" per ridare smalto ad una figura ormai spenta. Il verdetto del cerchio magico di Matteo Renzi è stato laconico e senza appello: "Non è adatta". In effetti la compagna Debora (in foto alla festa dell'Unità di Milano con l'inseparabile first man Riccardo Chiappa) ha dimostrato più capacità all'opposizione che al governo regionale. Criticare per una finta rottamatrice è facile, ma governare una regione in un periodo di crisi economica lo è molto meno. E' sempre da un cerchio magico, ma questa volta dal suo, che arriva una seconda bocciatura: "A parte il fatto che non verrà mai chiamata alla Farnesina, Debora non potrà lasciare la presidenza della Regione Fvg, fino a quando non avrà fatto qualcosa di costruttivo e positivo. Per adesso, dopo un anno, non ha fatto ancora nulla di concreto". Alla sua inefficienza politico amministrativa, vanno poi aggiunti i piccoli scandali, made in Friuli, del caso Maio-Bonetto e del caso Torrenti. Grane a cui la stampa nazionale, tanto quella di destra quanto quella di sinistra, ha dedicato pagine intere. E poi la wikileaks friulana, che sebbene per ora sia sotto traccia lascia presagire un altro terremoto politico.