**
  • Home > Documenti > TRE COMMENTI AL "BIANCO E CATTOLICO" BLASONI
  • stampa articolo

    TRE COMMENTI AL "BIANCO E CATTOLICO" BLASONI

    51t

    "Sono bianco, cattolico e penso che vadano aiutati prima i nostri disoccupati...posso dirlo senza vergogna?" - Questa la frase postata dal vice coordinatore regionale di Forza Italia che ha creato sdegno in molti ambienti della politica e del giornalismo nazionale. Il Perbenista ha voluto chiedere un commento al post intero pubblicato sulla bacheca Facebook di Massimo Blasoni a tre noti giornalisti:

    TOMMASO CERNO  "Che Blasoni sia senza vergogna senza dubbio: abbiamo avuto modo di sentire da lui ben di peggio quando sedeva in consiglio regionale; che sia cattolico ne dubito visto che Papa francesco è il primo difensore di quelle vite umane e di quei tragici sbarchi a Lampedusa; che sia diventato leghista dopo la sua mancata candidatura alla Camera per le note vicende da bianco (nel senso Dc) imprenditore inizio a prenderne atto.

    TONI CAPUOZZO  "Non sono un fondamentalista del Politically Correct e credo non ci si debba vergognare a definirsi bianco e cattolico. Tuttavia va ricordato che anche i Siriani sono bianchi e cattolici e che molti Nigeriani non sono certamente bianchi ma sono cattolici. Temo che il problema della disoccupazione non si risolverà mai con la sola attenzione verso il fenomeno dell'immigrazione".

    CRISTIANO MAGDI ALLAM  "Il discorso dell'essere bianco lo trovo inaccettabile. Non si possono fare distinzioni sul colore della pelle; comportamento questo che condanno. Il tema del cattolico è forzato in uno stato laico come l'Italia. Altra cosa è ricendicare la salvaguardia di una identità valoriale e culturale che ha le sue radici nel cristianesimo".

  • Commenti

  • L'Associazione Nazionale ARCYETERO che presiedo comincia ad avere le palle piene. Commento inviato il 27-08-2014 alle 17:08 da Anonimo
  • La percezione del problema immigrati è semplice: concorrenti spietati nel lavoro (in primis si accontentano di meno). In un paese illiberale come l'Italia è preferibile avere meno concorrenza possibile. La percezione del problema profughi è ben diversa: perchè loro mantenuti a 30 - 40 (non l'ho ancora capito quanto ci costano) euro al giorno e ai disoccupati (siano essi alloctoni piuttosto che autoctoni...) finiti i sussidi a fare la coda alla Caritas... Come ha scritto qualcuno più sotto cerchiamo di risolvere (e possiamo, volendo) almeno una parte del problema. Questo non ritengo essere razzismo. Commento inviato il 27-08-2014 alle 12:27 da Anonimo
  • Io mi sento "caucasico e buon cristiano": sono forse razzista? Ma di cosa stiamo parlando? Ha ragione Patrick, Italiani si nasce, non si diventa... Commento inviato il 27-08-2014 alle 09:26 da Anonimo
  • Finalmente qualcuno di sano Liberateci da ogni male Commento inviato il 26-08-2014 alle 16:47 da Mirco Mastrorosa
  • Però tempo fa in televisione l'ex ministra Kashetu Kyenge, detta Cécile si definì nera. Disse proprio così: "Io sono nera". Qualcuno dei suddetti soloni ha trovato nulla da dire? Assolutamente no. Quindi anch'io come la Kyenge dico che sono bianco e contento di esserlo. Razzista? Ma andate aff. Commento inviato il 26-08-2014 alle 16:38 da Anonimo
  • Parole scontate da Cerno con intervento da me condiviso parzialmente solo nella prima riga, anzi neanche perchè non ho perso un minuto ad ascoltare blasoni in consiglio regionale.... discorso ovvio quello di Capuozzo, anche se la disoccupazione non sarà risolta solo dal problema dell'immigrazione, ma l'immigrazione è un problema in più per non risolverlo.... condivido in pieno il ragionamento di Magdi Allam nè ovvio nè scontato..... anche nel commento di questi illuminati dimostriamo che, in alcuni casi gli stranieri venuti in Italia che si integrano e si comportano in modo corretto e civile, sono più intelligenti di noi. Commento inviato il 26-08-2014 alle 16:37 da il logorroico
  • Vorrei ricordare all' egiziano Allam, che italiani si nascce non si diventa...... cittadini italiani si puo' diventare per svariati motivi (matrimonio, meriti sportivi ecc... ecc...), ma non italiani!!!! Pertanto, anche il colore della pelle ha il suo valore, non mi risulta che storicamente in Italia ci siano mai state delle comunità di colore diverso dal bianco . Commento inviato il 26-08-2014 alle 16:23 da Patrick di Majan
  • Cerno non poteva commentare diversamente,dal momento che sia le coop rosse e sia la caritas dei preti si arricchiscono con l'operazione Mare Nostrum...... altro che buonismo!!!! Il Papa gesuita dice tante cose, chiama fratelli invece di maiali anche quelli che sgozzano i cristiani come se fossero dei capretti......!!!! Commento inviato il 26-08-2014 alle 16:18 da Patrick di Majan

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ