**
  • Home > Gossip > SELEZIONE E COSTI DEI CINQUE REGIONALI FVG A BRUXELLES
  • stampa articolo

    SELEZIONE E COSTI DEI CINQUE REGIONALI FVG A BRUXELLES

    95A

    Ve lo ricordate il dott. Carlo Fortuna (vedi foto profilo), il guru voluto fortemente da Debora Serracchiani a capo delle relazioni internazionali ed infrastrutture strategiche della Regione Fvg? L'uomo che sbaragliò tutti, persino il bravissimo ex dirigente regionale Graziano Lorenzon? Ebbene sono trascorsi circa cinque mesi dalla data della libera della sua assunzione, a 75mila euro annui, ma del suo operato ben poco sappiamo. Oggi vi vogliamo parlare del suo costoso ufficio di Bruxelles, invitando lo stesso Fortuna o la governatrice Serracchiani ad inviarci una mail di rettifica qualora vi fossero delle mancanze o delle inesattezze da "correggere". Cinque dipendenti regionali vivono e tengono aperto l'ufficio di Bruxelles della Regione Fvg: Luisa Poclen, Raffaella Viviani, Sebastiano Sanna, Gino Cormons e Olga Simeon. Nel 2011, per l'assegnazione dei posti era stata fatta una selezione e vi avevano partecipato una trentina di dipendenti. Un'anima dotata di buon senso penserebbe si sia trattata di selezione pubblica, ma nella realtà l'avviso non prevedeva la Commissione di valutazione e tantomeno le modalità della scelta dei componenti, le date dei colloqui non furono rese pubbliche, i colloqui si svolsero nella massima riservatezza, singolarmente, a porte chiuse e non in seduta pubblica, furono designati componenti di valutazione personale interno e ancora peggio per valutare la conoscenza delle lingue dipendenti gerarchicamente sottoposte alle stesse concorrenti, le graduatorie non furono mai rese pubbliche e notificate a tutti i candidati, benchè richieste. Si dice che qualcuno dei cinque dipendenti regionali dichiarò di non conoscere il francese ma venne ugualmente prescelto , per poi frequentare appena giunto a Bruxelles dei corsi di lingue. Percepiscono 7mila euro al mese a testa più indennità, straordinari, rimborsi. A tutto ciò dobbiamo aggiungere a spese della collettività i costi del prestigioso Palazzo. Cosa facciano esattamente nella quotidianità, pochi colleghi della Regione Fvg lo sanno, salvo organizzare banchetti, ricevimenti e mostre.  Ciò che più meraviglia, e se confermato indispone, è che il bilancio del funzionamento dell'ufficio di Bruxelles non è pubblico. Ma per FORTUNA adesso CARLO c'è!

  • Commenti

  • Forse fra un pò dovrò cambiare nikname.... come logorroico sto diventando una mezzasega Commento inviato il 30-07-2014 alle 16:22 da Anonimo
  • Che vergogna davvero...se tutto questo è vero...non so proprio con che facce girano per certe strade. E pensare che agli occhi delle altre Regioni italiane e di altre Regioni europee presenti a Bruxelles...noi del FVG...i "friulani" del miracolo/boom post-terremoto...siamo considerati "top"...dei semiaustriaci/svizzero deutsche-Style! = dei corretti, ben organizzati, risparmiatori, lavoratori onesti, innovatori, dovremmo essere il "fiore all'occhiello" d'Italia. Io ne andavo fiero/a quando durante gli anni i miei incontri brussellesi celebravano tanto le mie origini...mentre io me ne andavo in Europa (la grande pubblica amministrazione europea in cui si ENTRA PER CONCORSO..che è SI pubblicato con bando e lista competenze!!! e in cui concorri col polacco, il greco o il bulgaro che -a volte- ti danno 100 a 0)e puntavo su quella...avendo visto come funzionano le assunzioni nelle amministrazioni pubbliche QUI! ma quanto siamo democratici! Nulla di nuovo...è secoli che è cosi. Io confermo che quella cosi denominata sede "Ufficio di -NON- collegamento della RegioneFVG a Brux"...potrebbe dare la vaga impressione ad alcuni visitatori (che godono di una certa expertise e quindi hanno il termine di confronto)che sia quasi inutile e la costosa serie di caffè letterari, rassegne e mostre culturali di basso richiamo internazionale o europeo IN CUI LA SALA è a volte MEZZA VUOTA...la gente c va solo per mangiare al ricco catering e a volte se ne vanno anche via prima perchè a volte è un pochino smorto e un pochino noioso e la media degli anni degli invitati è 70 (senza offesa alcuna ai nostri nonni, anche perchè qui a Bruxelles se ne vedono pochi di anziani nella bolla istituzionale, quindi ben vengano, specialmente se friulani)...sti caffè letterari o conferenze a tema storia-immigrazione-arte ecc..possono essere una buona iniziativa (se accessoria o come ultimo punto nell'elenco puntato delle priorità...perchè non è con la lettura delle poesiole e il oh guarda che bella foto/dipinto di Trieste e delle prefazioni che ci aggiudichiamo i progetti in Ue e tantomeno promuoviamo il territorio e i suoi attori / i progetti gia in corso..presso gli altri rappresentanti europei...). Questi 5 funzionari della Regione Friuli a Bruxelles mentionati nel blog qui sopra dovrebbero farsi un piccolo training di cosa si intende per attività di networking e lobbying nei Paesi anglosassoni o germanici...o...anche andando un po' più ad est...in Slovenia o Lituania, solo per citarne qualcuna. NON CI SIAMO RAGAZZI. NO. Non è un trend di deboli competenze e "desk dormiente" solo imputabile all'Ufficio di Bruxelles, ma è aanche responsabilita da parte del Governo centrale giu a TRieste...che in effetti non prende atto e non corregge/avvia il motore o non apre gli occhi sul programma proposto dall ufficio(ma è vero che prendono cosi tanto??? no non è possibile che prendano piu del triplo di certi funzionari delle istituzioni europee, forse è il caso di verificare quei mila euro che avete postato sopra...se cosi fosse...ci sarebbe la fila e la guerra di quelli che lavorano in Parlamento, Commissione e altre istituz...che però-forse-abituati ad altro modus operandi- sfrutterebbero meglio il potenziale del bel Palazzo Friuli a Rue Commerce, ottimizzando il valore della "cosa pubblica" in qualità di scelte contenustische, politiche, istituzionali et culturali!!! E c'è più di qualcuno dei nomi dello "staff di terra" (giu in RegioFVG) -ma non si fanno poi quei nomi!- che utilizza la sua posizione professionale (compensando alla totale assenza di carisma, intelletto, fascino e bella presenza)per cercare di fare goal sulle donne giovani e good-looking dell'ambiente (profili di ragazze pulite peraltro, rispettabili e dignitose)...insomma.. con accurato linguaggio istituzionale cifrato ma interpretabilissimo...lo fanno pure al telefono...NON TEMONO nulla...proprio il potere li rimbambisce e gli fa pensare di restare intoccabili e onnipotenti a vita. Ma NON c'è proprio contegno!!!!...sarebbe da mandargli le IENE show...ahhhhhaaa...uomo avvisato mezzo salvato! Commento inviato il 29-07-2014 alle 16:28 da Anonimo friulano a Bruxelles
  • Mah Commento inviato il 29-07-2014 alle 15:15 da Anonimo
  • Veramente credo che queste pensione facciano senza tanto clamore un lavoro prezioso per la regione. Le risorse oramai possono venire solo da li e non esserci significa non avere voce in capitolo. REA, ERRIN, Comitato delle Regioni, Commissioni, Comitato europeo economico e sociale, Aiuti di Stato, non si porta a casa nulla stando a Udine o a Trieste.... Commento inviato il 29-07-2014 alle 14:36 da Luke
  • Questa storia della foto alla De Filippi andrebbe approfondita e chiarita Commento inviato il 29-07-2014 alle 11:03 da Anonimo
  • Addetti stampa, marketing, pubbliche relazioni, imbonitori ... immagine, presenza, sorrisi... non si suda, bella vita, amicizie giuste, carriera... olgiettine, escort, paraculi ecc... non si suda e si vive bene... Commento inviato il 28-07-2014 alle 20:20 da mes di lui
  • azzzz..è la stessa foto che ha inviato alla De Filippi per "uomini e donne" Commento inviato il 28-07-2014 alle 19:46 da lupopaziente
  • Ma stiamo scherzando?? 7.000 euro più indennità etc., cioè più della paga di un dirigente, senza avere alcuna responsabilità? VERGOGNA! Ma la Serracchiani che dice? Presidente vada a rivedere le sue dichiarazioni pre-elettorali rispetto all'ufficio d Bruxelles.. Commento inviato il 28-07-2014 alle 18:35 da Anonimo
  • Dalla foto sembra più un borgatare, uno de noaltri, che un dirigente regionale con 7.000 euro al mese più altro. La sig.ra Chiappa si dimostra sempre più una arrivista a spese di qui c?????? di friulani. Commento inviato il 28-07-2014 alle 17:34 da Anonimo
  • Mi sembra una comparsa dei film trash anni 70 di Thomas Milian :-) Commento inviato il 28-07-2014 alle 16:53 da Anonimo
  • Bè il cognome gli ha portato "fortuna", non c'è che dire. Ma siccome da cittadino perplesso non vorrei ritrovarmi incazzato, vorrei che qualcuno rettificasse e ci facesse capire, per tranquilizzarci,.....che ci sta a fare a Brussels questa squadra che tutta l'europa ci invidia! Commento inviato il 28-07-2014 alle 16:46 da ilperplesso
  • azzzz...ma la foto è la stessa che ha inviato alla De Filippi pre "Uomini e Donne" ;-) ;-) ;-...cmq,si può proprio dire che per Fortuna che c'è fortuna. Commento inviato il 28-07-2014 alle 15:21 da lupopaziente
  • e uno che si direbbe esperto di relazioni internazionali posta una foto cosi' da ca%%aro qualsiasi??? Annamo bene! Commento inviato il 28-07-2014 alle 15:07 da al di codroipo

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ