**
  • Home > Documenti > SERRACCHIANI: DA ROTTAMATRICE A GARANTE DELLA CASTA
  • stampa articolo

    SERRACCHIANI: DA ROTTAMATRICE A GARANTE DELLA CASTA

    62S SCARICA PDF

    Altro che rottamatrice; con questa norma la Governatrice Debora Serracchiani ha riassunto nella pubblica amministrazione tutta la casta dei dipendenti che, per ottenere altri incarichi, era andata già da tempo in pensione. La giunta regionale Serracchiani, infatti, con delibera n°1747 dd. 27/09/2013 (appena pochi mesi dopo l'insediamento) ha emanato con il seguente oggetto: "Aggiornamento del programma triennale dei fabbisogni professionali dell'amministrazione regionale per il periodo 2012/2014 - anno 2013. Nell'allegato (vedi Pdf) al punto 6, leggiamo: "Ricostruzione del rapporto di lavoro ai sensi dell'art. 30 del CCRL 7/12/2006 nei confronti di personale che ha rassegnato le dimissioni entro cinque anni dalla data delle dimissioni stesse le cui istanze sono ad oggi pervenute alla direzione centrale competente e, più in particolare, di n.3 unità di cui una di categoria D amministrativo, una di categoria A e una di categoria FA. Riassunzione ..."

    Nello specifico, il dott. Pino Napoli, era stato nominato vice direttore centrale Relazioni internazionali in seguito alle sue dimissioni dalla PA, con delibera n°1975 dd. 30.09.2008, oggetto: conferimento incarico vice direttore centrale. Insomma, giusto in tempo, per essere riassunto: mancavano solo tre giorni!

    (APRI ALLEGATO E VEDI PDF)

  • Commenti

  • perbenista......guarda ai fatti..... napoli ri - assunto..... precenicco dopo 20 anni dal centro destra al centro sinistra... Commento inviato il 24-07-2014 alle 22:41 da livio costantini - latisana
  • ma tu anonimo che fai l'avv. di Napoli sei al corrente delle decine di milioni di fondi comunitari che la Regione FVG ha dovuto restituire a Bruxelles? informati, informati e poi informa pure Debby che è tanto occupata a Roma Commento inviato il 23-07-2014 alle 23:13 da Sandra
  • Per il signore del Commento inviato il 22-07-2014 alle 22:44 da Anonimo: "sembra impossibile ma evidentemente è vero. Debora ha richiamato in servizio, ha riassunto tre giorni prima della scadenza, proprio tre giorni prima, uno che si era licenziato cinque anni prima. I giovani hanno davanti un futuro deprimente, hanno bisogno di fiducia e non capisco perché Debora l'ha fatto." NO, NO E NO, LEI SBAGLIA !!! La Debby non ha mai detto che non vuole bene ai giovani ! Secondo me Debby l'ha fatto perchè questo signor Pino è uno che sa il suo mestiere e ci vuole gente che sappia non chiacchiere da bar. I giovani capaci trovano sempre lavoro nelle aziende private e anche con i concorsi se riescono a superarli. Tutti gli altri non meritano. Perchè si passi dai vecchi ai giovani ci vuole tempo e la Debby queste cose le sa bene. I giovani non devono disperare affatto. Se sono disoccupati è anche per colpa loro che non sanno affrontare il mondo del lavoro. E' giusto che chi è bravo vada avanti come questo signore. Come vede anche i giovani un domani potranno diventare così bravi se studiano e si pongono meglio di fronte al loro prossimo. Se andiamo avanti con queste storie tutti voteranno 5 stelle dove non c'è nessuno che abbia esperienza per governare come la Debby o questo signore Napoli che a quanto pare è stato un sindaco ed ha l'esperienza per dirigere perchè ha diretto ! Basta scrivere male di Debby che se no tutti pensano che è peggio di prima e tornano i fasci ! Commento inviato il 23-07-2014 alle 17:12 da Anonimo
  • ma com'è che la cosa scandalizza appena adesso???? Commento inviato il 23-07-2014 alle 12:12 da cassie
  • e noi paghiamo .... Commento inviato il 22-07-2014 alle 22:59 da Franci
  • sembra impossibile ma evidentemente è vero. Debora ha richiamato in servizio, ha riassunto tre giorni prima della scadenza, proprio tre giorni prima, uno che si era licenziato cinque anni prima. I giovani hanno davanti un futuro deprimente, hanno bisogno di fiducia e non capisco perché Debora l'ha fatto. Commento inviato il 22-07-2014 alle 22:44 da Anonimo
  • Serracchiani, prima di fare un provvedimento del genere, avrebbe fatto bene consultare l'ex Rettore dell'Università di Trieste. Peroni nel 2010 aveva constatato sulla sua pelle le capacità e i risultati della gestione dei fondi comunitari e aveva presentato ricorso al TAR. Commento inviato il 22-07-2014 alle 22:25 da Anonimo
  • Ritengo che l'articolo che hai pubblicato il 13/03/2014 calza perfettamente "REGIONE FVG: PERDERE 10 MILIONI DI EURO FA CURRICULUM - L'interpellanza N.265 presentata in Consiglio Regionale il 29/09/2010, da Franco Iacop, Brussa, etc. non ha mai ricevuto alcuna risposta dalla giunta Tondo. Nel settembre 2010, Iacop e Brussa, denunciavano forti ritardi ed irregolarità nella gestione dei fondi europei del Programma Italia Slovenia 2007/2013, esprimevano grande preocupazione in ordine ai ricorsi al Tar che avrebbero potuto causare disimpegno dei Fondi assegnati al Programma, dei fondi europei, denunciavano possibili omissioni di vigilanza in capo alla Direzione Relazioni Internazionali, Direttore Augusto Viola e cice direttore Pino Napoli, chiedevano chiarezza sull'operato dell'Autorità di Gestione del Programma (affidato a Laura Comelli). Nel 2014 Franco Iacop da consigliere di opposizione, è passato in maggioranza, diventato Presidente del Consiglio Regionale ed ha nominato Segretario Generale del Consiglio Regionale Augusto Viola, all'epoca oggetto delle sue critiche. Con interessamento dello stesso Iacop sembrerebbe che sia stato riassunto nell'amministrazione regionale Giuseppe Napoli (norma ad personam con inquadramento in area D posizione 8). Contestualmente, dal 1 gennaio 2014, Laura Comelli ha avuto il rinnovo dell'incarico di titolare di posizione organizzativa, Autorità di Gestione del Programma Italia/Slovenia. Ma, se tutto ciò è vero, che fine ha fatto il contenuto "senza risposta" dell'interpellanza N.256/2010? Franco Iacop è la stessa persona del 2010 o cambiando ruolo le irregolarità non le vede più e il disimpegno (la perdita) dei Fondi Comunitari del Programma Italia Slovenia 2007/2013 (ora certezza) non è più un problema di gestione scorretta di soldi pubblici? Il 31 dicembre 2013 sono andati in disimpegno automatico, persi per mancato raggiungimento del target fissato dall'Unione Europea, oltre dieci milioni di euro (10.102.023,65 euro) del Programma Italia/Slovenia 2007/2013 e tutti tacciono, maggioranza e minoranza e l'intero sistema consolidato." Commento inviato il 22-07-2014 alle 19:37 da camaleonte
  • notizia interessante a livello nazionale... visto che la tipa e' spesso sui canaloni televisivi!! Girate le notizie a Paragone ed altri... cosi' ci divertiamo... Commento inviato il 22-07-2014 alle 19:36 da al di codroipo
  • Bisogna ammetterlo, i sinistrorsi o sinistrosi ne sanno una più del diavolo. Commento inviato il 22-07-2014 alle 17:34 da Anonimo
  • dov'è MONESTIER???? Commento inviato il 22-07-2014 alle 15:21 da Anonimo

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ