**
  • Home > Documenti > SANITA': RICCARDI E SAVINO RINFANGANO SU TONDO
  • stampa articolo

    SANITA': RICCARDI E SAVINO RINFANGANO SU TONDO

    1E

    Gorizia, Convocazione degli Stati Generali di Forza Italia per discutere della riforma sanitaria in Regione Friuli Venezia Giulia. Scopo dell'incontro è impedire la chiusura del punto nascite nel capoluogo isontino. La sala non è particolarmente affollata è fra i pochi interventi apprezzati si registra quello del sindaco di Gemona Paolo Urbani, area Udc. Al tavolo dei relatori, oltre ai padroni di casa, Ettore Romoli e Rodolfo Ziberna, siedono la coordinatrice regionale Sandra Savino (vedi foto), il capogruppo in consiglio regionale Riccardo Riccardi e i consiglieri regionali Roberto Novelli e Bruno Marini. Riccardi, fortemente critico, nelle riunioni a porte chiuse del suo partito, con la governatrice Debora Serracchiani, è anche presidente della commissione controllo e verifica della Regione Fvg (ruolo in cui che per definizione si richiederebbe terzietà). I due ex assessori regionali della giunta Tondo hanno fatto notare, fuori microfono, come nella scorsa legislatura furono loro ad impedire al governatore la chiusura dei punto nascita che oggi Serracchiani/Telesca stanno eliminando. A fine convegno, come da consuetudine, la lettura del tema preparato a casa del piccolo Nicolò Fantin.

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ