**
  • Home > Gossip > FORZA ITALIA: IL CENTRODESTRA RIPARTE DALLA SAVINO
  • stampa articolo

    FORZA ITALIA: IL CENTRODESTRA RIPARTE DALLA SAVINO

    61S

    E' a Udine, nella provincia più importante della Regione, che la triade Savino, Riccardi, Blasoni nel corso di una direzione di partito manda un messaggio chiaro all'ex governatore Tondo: Forza Italia è il primo partito del centrodestra e la coordinatrice regionale, On. Sandra Savino, è il suo leader indiscusso. Un partito - precisa il coordinatore proviciale Ferruccio Anzit - ricco di giovani amministratori entusiasti e capaci. Ma soprattutto, ci tengono a far sapere gli azzurri, sarà attorno a Forza Italia che dovrà riorganizzarsi il prossimo centrodestra. Renzo Tondo - ribadisce la triade - oggi non fa parte di Forza Italia ma appartiene ad un altro gruppo. "Con queste battute - afferma laconicamente il coordinatore provinciale Anzit - penso di aver risposto alla domanda che Il Perbenista si pone al congresso di giovedì prossimo: DA DOVE RIPARTE IL CENTRODESTRA?"

  • Commenti

  • Un partito che rappresenta il 15% dei votanti, meno del 10% degli aventi diritto dovrebbe mettersi alla pari degli altri non sopra, soprattutto in virtù delle molte recenti sconfitte di cui non si sono fatti carico. Prandelli ha sbagliato e si è dimesso....questi sono proprio incollati... Commento inviato il 30-06-2014 alle 14:52 da fox
  • Dal venerdì dopo il congresso Commento inviato il 29-06-2014 alle 12:09 da mes di lui
  • Da dove vogliono ripartire ? sono su un binario morto ! Commento inviato il 29-06-2014 alle 11:42 da anonimo
  • anzit? chi???!!? Commento inviato il 29-06-2014 alle 09:08 da 11 maggio
  • e come se un curatore fallimentare affidasse l'impresa agli ex amministratori/manager/imprenditori... Un'idea fantastica e di sicuro successo ! Commento inviato il 28-06-2014 alle 21:32 da al di codroipo
  • ERRATA CORRIGE: Forza Italia è il primo partito di centro. Infatti alle europee ha preso circa l'8,50% dell'elettorato.Con gli altri partiti di centro se si mettono a novanta gradi al suo servizio, forse, riescono a raggiungere l'iperbolica percentuale dell'11-12% dell'elettorato. Manca la destra, distrutta da F.I, e mancano gli uomini che dovrebbero creare il consenso nell'elettorato di destra. Niente uomini indiscussi di destra, niente centro-destra. Certo che, con i soliti guidatori, chi pensa di poter ripartire: non si è accorto di aver perso le ruote per strada. Commento inviato il 28-06-2014 alle 19:13 da Vittorio Scialpi
  • Premesso che a me nulla interessa ne della politica, non vi è nessuna possibilitá di veder crescere un centro destra nuovo e intelligente, ne di quanto accade in fvg e a udine, i cui residti meritano, da sudditi (sotans) quali sono, la dirigenza perenne dei soliti noti, quello che appare chiaro è che nonostante le continue sconfitte ovunque, da pordenone a udine a trieste ed in regione ed alle politiche, coloro che si dichiarano "promotori" del nuovo centro destra, sono tutti gli stessi di quelli che in 20 anni hanno vissuto alle spalle del consenso di Berlusconi e che lo hanno completamente dissipato. Nessun uomo o dinna nuovo, nessun cambiamento, nessuna "scomparsa" degli artefici dei disastri elettorali, anzi, tutti li a pontificare. Ed allora non meravigliamoci se vine Renzi e se vince, la Serracchiani, Honsell, Cosoli i, Bolzonello...ecc, almeno da quella parte si vede cambiamento e innovazione. La sola cosa utile è mandare a casa tutti da Tondo alla Savino, da Riccardi a Colautti, da Gottardo ( il cui solo scirvere il cognome mi fa venire il vomito) a tutti coloro che hanno avuto anche solo una minima responsabilitá fino alle elezioni politiche del 2013. Per altro nessuno commenta il disastro alle amministrative del 2014. Nessuno ne parla mai. Commento inviato il 28-06-2014 alle 15:52 da Diego Volpe Pasini

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ