il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

I TRE TENORI CANTANO IL DE PROFUNDIS A BLASONI

Ore 11.30, Palazzo della Provincia di Udine. Tre sindaci di Forza Italia ( vedi foto) convocano una conferenza stampa nella stanza del gruppo. Renato Carlantoni, sindaco di Tarvisio, Pier Mauro Zanin, sindaco di Talmassons e Pierluigi Molinaro sindaco di Forgaria. I tre primi cittadini fanno capire senza mezzi termini che gli amministratori locali avranno un ruolo fondamentale nella riorganizzazione di Forza Italia. Spiegano come sia dovere degli eletti dal popolo guidare un partito e rappresentarne le istanze. Carlantoni cita un paragone sportivo ed afferma che le energie vanno attinte dal vivaio di una squadra e non dall'esterno. Ma il passaggio più forte lo introduce Pier Mauro Zanin; la stampa ne capisce subito l'importanza e chiede di ripetere il passaggio e di spiegarne bene i contenuti. Le parole del sindaco di Talmassons non lasciano dubbi e trovano la piena condivisione dei due colleghi presenti al tavolo: "La questione morale non va lasciata in disparte; il 15 luglio si sapranno i nomi degli ex consiglieri regionali rinviati a giudizio per truffa e peculato nelle spese pazze dei gruppi. Auspico che chiunque venga rinviato a giudizio si autosospenda dal partito fino al chiarimento della sua posizione". La domanda della stampa si fa ancora più precisa e la risposta è secca: "Qualora il vice coordinatore regionale Massimo Blasoni, dovesse essere rinviato a giudizio, auspichiamo che si autosospenda da Forza Italia immediatamente, come tutti quelli nella sua posizione". Un viaggio a Roma, quello imputato a Blasoni e a signora, che politicamente potrebbe costargli l'esilio proprio da quella città.