il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
CLICCA SUL BANNER IN BASSO DI VIDEOTELEBLOG

RIMBORSOPOLI FVG: TONDO FUORI, BLASONI DENTRO

La Procura della Repubblica di Trieste, guidata dal procuratore capo Carlo Mastelloni, ha chiesto il rinvio a giudizio per 22 indagati nella maxi inchiesta sui rimborsi "disinvolti" della Regione Friuli Venezia Giulia. Le ipotesi di reato sono la truffa ed il peculato. Fra i coinvolti nella maxi inchiesta giudiziaria di rimborsopoli, anche l'ex consigliere regionale del Pdl, attualmente vice coordinatore regionale vicario di Forza Italia, Massimo Blasoni, principale fautore del ticket fra l'on. Sandra Savino e l'assessore regionale veneto alla sanità, Remo Sernagiotto. Altro coinvolto eccellente l'ex consigliere regionale azzurro, Piero Tononi, non ricandidato per l'inchiesta già avviata dalla Corte dei Conti, ma successivamente nominato prima dal capogruppo (Fi) in consiglio regionale Riccardo Riccardi, capo segreteria del gruppo di Forza Italia e dopo responsabile della segreteria del coordinamento regionale di Fi. Entrambe le nomine sono state su indicazione diretta della coordinatrice di Forza Italia, Sandra Savino. Esce fuori dall'inchiesta l'ex governatore Renzo Tondo, attaccato dalla triade Savino-Riccardi-Blasoni perchè emblema della "vecchia politica", che a questo punto, stando ad ambienti a lui vicino, si starebbe preparando a porre la "questione morale" davanti ai vertici nazionali del partito. Il carnico, interpellato dal Perbenista, non parla ma sorride sereno.