il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

DENIS VERDINI ABBRACCIA RENZO TONDO; KO PER BLASONI

Sarebbe dovuto essere "l'omicidio perfetto"; l'imprenditore con la passione della politica Massimo Blasoni e il politico con la passione delle infrastrutture Riccardo Riccardi da queste europee sarebbero dovuti uscire leader indiscussi del centrodestra regionale in Friuli Venezia Giulia. Tipo: Ti piace vincere facile? Tutto il partito friulano assiemeai vertici regionali hanno dato il sostegno all'assessore regionale veneto Remo Sernagiotto, facendo contare l'ex governatore da solo sul banchiere Samorì. Nemmeno una telefonata del potente Denis Verdini, di qualche settimana fa, riuscì a convincere il vice coordinatore vicario regionale Massimo Blasoni ad aiutare Samorì. Poi le varie riunioni, sempre con Riccardi e Blasoni al tavolo dei relatori, poi sindaci e consiglieri vari; la parola d'ordine era: "Chiamare tutti tranne Tondo". Apparizioni a TgCom e redazionali sul Giornale di Paolo Berlusconi: in questo modo Blasoni ha puntato a rafforzare la propria immagine in vista delle prossime politiche, sperando di far precipitare nel dimenticatoio l'ex governatore. Ieri sera la prima doccia gelata, raccontata con foto nel post precedente: la stretta di mano a Palmanova fra l'europarlamentare Elisabetta Gardini, la coordinatrice regionale Sandra Savino e Renzo Tondo. Ma sarà a mezzanotte che l'ex governatore con una mossa a sorpresa a fine partita riesce a sferrare il colpo del ko a Blasoni. Nel pieno della chiusura della campagna elettorale di Samorì a Modena, irrompe in sala Renzo Tondo. Denis Verdini, interrompe l'intervento per accogliere calorosamente Renzo Tondo di fronte ad una platea di 500 persone. La serata, anzi la nottata, prosegue nell'elegante abitazione privata di Samorì assieme a Denis Verdini (vedi foto) e la senatrice di Verona Cinzia Bonfrisco.