il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

ZOMBI MAX E ZOMBI RIK RIESUMANO SAVINUS

E' ormai ufficiale, anche se a malincuore, il no di Elio De Anna. Un no secco, che si va ad aggiungere a quello di Tondo, di Camber, di Romoli e ovviamente dei componenti stessi della trimurti Massimo Blasoni e Riccardo Riccardi. Nessuno vuole candidarsi alle europee in quota Forza Italia. Tutta la classe dirigente selezionata in questi mesi dal responsabile enti locali e vice segretario vicario regionale Massimo Blasoni (vedi foto), ha il terrore di fare una pessima figura. Il capogruppo in consiglio regionale Riccardi, presidente della commissione controllo della Regione e segretario organizzativo regionale di Forza Italia non ha organizzato nulla. Questi elementi, di per se, sarebbero già sufficienti, in un partito serio a commissariare un gruppo politicamente ed organizzativamente incapace e vigliacco. Il coordinatore regionale Sandra Savino, non potrà contare su un gesto di cavalleria maschia di Blasoni o di Riccardi, ma dovrà sacrificarsi ed umiliarsi contro Dipiazza nella sua città. Un partito che dopo essere stato coinvolto come in tutte le regioni di Italia nello scandalo delle spese pazze dei gruppi regionali, oggi che deve mettere mano al proprio portafoglio non intende cacciare un euro, lasciando ogni onere al candidato. Un partito di zombi, quello del Friuli Venezia Giulia,  in cui Silvio Berlusconi potrebbe essere affidato a fare volontariato nelle ore dei servizi sociali.