il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
CLICCA SUL BANNER IN BASSO DI VIDEOTELEBLOG

REGIONE FVG: I FIGLI SO PIEZZ'E CORE

In questi giorni un gruppo di cittadini, allarmati dal numero eccessivo di figli e parenti di dirigenti regionali assunti negli ultimi anni in Regione Fvg, hanno inviato una lettera alla governatrice Debora Serracchiani, al suo vice Sergio Bolzonello e al direttore generale Roberto Finardi. In questa lettera annunciano che in prossimità di una prova selettiva per laureati da collocare nella struttura regionale per seguire i progetti europei 2014-2020, hanno deciso di depositare presso un notaio l'elenco di cinque nominativi, figli di altrettanti big regionali, considerati decisamente favoriti. Dalla graduatoria di questa prova si attingerà successivamente per altre assunzioni, prima per un biennio, prorogabile per altri due anni, poi da stabilizzare. A far sorgere questa grande sfiducia, sarebbe stata la presa d'atto che scorrendo l'elenco dei dipendenti regionali, collegandoli a dirigenti, funzionari e politici, si possono trovare famiglie con due/tre dipendenti regionali in organico. Fra i nomi più importanti, senza nulla togliere alla correttezza delle selezioni e al merito dei singoli assunti, vengono indicati fra gli altri, i figli dei vecchi direttori della funzione pubblica Losito e Domenech; la figlia di Oriano Turello in Autovie Venete; la figlia di Dario Danese in Protezione Civile; una cara amica del senatore Saro sempre in Autovie; la figlia della vice segretaria del consiglio regionale Gabriella Di Blas, quando era direttore del servizio tavolare, il figlio della signora Palumbo in servizio proprio alla direzione del personale; il nipote della direttrice del servizio dello sport Rossella Longallo. Malesseri regnano anche sulla vicenda delle assunzioni di sei psicologi la cui graduatoria sarebbe stata fatta scorrere fino a garantire l'assunzione della persona in ultima posizione.