il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
CLICCA SUL BANNER IN BASSO DI VIDEOTELEBLOG

TONDO BLASONI: ODIO A PRIMA VISTA

Che i due si stiano reciprocamente sulle palle è facile capirlo osservando la foto (vedi immagine) dell'incontro odierno. Renzo Tondo, aria indifferente, si guarda attorno sornione; Massimo Blasoni, insofferente per il vicino di posto, si gonfia e si sgonfia come un lottatore di Sumu in concentrazione. Per oltre un'ora non si dicono una parola, non si guardano per un solo attimo. Massimo Blasoni parla per primo, Renzo Tondo per ultimo, quando il re delle case di riposo è già andato via. Nel suo intervento Blasoni non cita neppure una volta il nome di Tondo, pur facendo vari richiami alla validità dei progetti, specie in campo sanitario, della scorsa giunta regionale. Poi fingendo una gaffe, si corregge e rimarca che in friuli non ci sono parlamentari di Forza Italia. Tondo, da vecchia volpe, ringrazia e cita tutti i presenti al tavolo, compreso "Massimo". Non si scompone, va avanti per la sua strada forte di essere ancora l'ultimo vero leader regionale che il centrodestra ha avuto e che forse ancora per diversi anni avrà.