**
  • Home > Gossip > CIPAF: DUELLO DA POZZO RICCARDI; IMPRENDITORI UMILIATI
  • stampa articolo

    CIPAF: DUELLO DA POZZO RICCARDI; IMPRENDITORI UMILIATI

    68A

    La foto qui riportata, scattata a Gemona al "Pan e Salam", è scura ma molti volti (specie se ingrandita) sono riconoscibili ed eloquenti. Sono i volti degli anti casta; di coloro, in buona parte, che non hanno gradito la forte intromissione del Presidente della Camera di Commercio, Giovanni Da Pozzo, e del capogruppo in consiglio regionale di Forza Italia, Riccardo Riccardi, nella nomina del nuovo vertice del consorzio Cipaf. Ieri si è tenuta una prevista fumata nera sulla scelta del prossimo presidente del consorzio industriale di Osoppo, fino ad oggi guidato da Ivano Benvenuti. Tutto rinviato, come proposto dal sindaco di Gemona Paolo Urbani, in accordo con il collega di Buja, il riccardiano Bergnagna, a mercoledì 9 aprile. Ma cerchiamo di capire, aiutati da chi era presente, come sono andate realmente le cose. Venerdì scorso incontro con il cda uscente, gli imprenditori soci e Api. Imprenditori favorevoli a riconfermare alla presidenza Benvenuti, la Più a nome dell'Api , di Camera di Commercio e Confindustria, propone il solito nome delle categorie economiche udinesi: il commercialista Lorenzo Sirch, socio dell'ex assessore regionale Michela Del Piero. Ovviamente gli imprenditori del posto si sono opposti all'indicazione di un nome mai visto in zona, per quanto molto gradito a Giovanni Da Pozzo, che lo ha voluto nel direttivo della stessa Cciaa. Ieri sera dopo vari momenti di tensione in cui i Comuni hanno deciso di non pagare la quota a causa del patto di stabilità e gli imprenditori hanno preteso di dire la loro proprio perchè la pagano; i sindaci hanno abilmente sospeso la riunione, detenendo il 60% delle quote. Il sindaco di Osoppo Bottoni si candida alla presidenza sostenuto a sorpresa da Bergagna, proponendo l'ingresso nel cda di Elena Lizzi. Il sindaco di Gemona, Urbani, ripropone Benvenuti e tutto viene rinviato. Successivamente, ci rivelano le nostre fonti presente alla bicchierata di cui in foto, Barbara Zilli propone Marini, futuro candidato a sindaco di Gemona, il gruppo di Forza Italia in Provincia di Udine vuole Sandruvi, sindaco di Montenars. Le associazioni di categoria vorrebbero rivedere lo statuto e rivedere la posizione di Roberto Ganzitti (vice direttore di Confindustria Udine ), togliendo dal Cipaf il proprio rappresentante. La Camera di Commercio propone Lorenzo Sirch, mentre Riccardo Riccardi fa appello ai propri sindaci per far nominare Sandruvi.

  • Commenti

  • Caro Perbenista... Uso questo spazio per fare questa comunicazione che gli addetti ai lavori leggeranno... Come ben sai il nuovo comune di Rivignano Teor nato il 1 gennaio dalla fusione dei due comuni é attualmente commissariato.... Il sindaco Anzil si ripresenta sostenuto da 5 liste..... Per presentare 5 liste servono circa 400 firme che i sottoscrittori dovranno apporre davanti a un autenticatore.... Di solito non ci sono problemi perché i consiglieri comunali sono anche autenticatori e quindi a turno autenticano le firme.... A Rivignano Teor non esistono piú consiglieri comunali dal 31 dicembre 2013.... Lunedí inizia la raccolta di firme e servirebbe un consigliere provinciale o regionale per l'autentica.... Indovinate chi viene? Il consigliere provinciale Gonano di Fratelli d'Italia che siccome è l'unico che non campa di politica deve prendersi un giorno di ferie... Sapete tutti che Rivignano Teor é un comune della bassa e il consigliere Gonano é di Arta Terme..... Ho preso spunto da questo tuo post per evidenziare come funziona il centrodestra.... Quando devono distribuire incarichi e prebende ci sono sempre il brik e altri... Quando c'é da fare manovalanza e macelleria arrivano quelli di destra... fontanini che non é andato al ballottaggio per qualche manata di voti non ha riconosciuto niente a fdi infatti Gonano serve solo per venire ad autenticare firme a Rivignano Teor.... Gli altri politici di centrodestra regionali sanno che esiste Rivignano Teor solo quando hanno bisogno di voti e devono venire a scroccare pranzi o cene al sindaco. Spero che a Rivignano Teor venga eletto qualche consigliere meno sottano e piú autonomo cosicché nel nostro territorio comunale i prossimi 5 anni si vedano meno scrocconi e piú gente come Gonano.... Tanto per cominciare in questa campagna elettorale speriamo di far venire Giorgia Meloni. Commento inviato il 02-04-2014 alle 21:54 da Il logorroico
  • Dunque mercoledì 9 aprile alle ore 20,30 ci sarà la nomina del cda del consorzio. La grande novità di queste ore è' che la sinistra, per ispirazione di politici vicini al governo della regione, chiede a presenza di un loro rappresentante. L'accordo verrebbe garantito dalla Sindaca di Majano a cui verrebbe demandato di indicare il candidato. In pratica due comuni più Majano e la Provincia avrebbero oltre il 50% del capitale e quindi potrebbero chiudere la partita. Ci sarebbe una convergenza degli industriali su Sirch e a farne le spese sarebbe Disetti che assieme a Benvenuti uscirebbe dal consorzio. Sandruvi garantirebbe per Gemona e Urbani. Commento inviato il 02-04-2014 alle 14:36 da Anonimus
  • Che vergogna, e' per questo che non risolveremo mai i problemi dell'Italia! Non erano da chiudere le provincie ma questi enti assolutamente inutili... Commento inviato il 02-04-2014 alle 09:37 da anonimo
  • Bella la foto di cui sopra, sembra l'ultima cena del Cristo e come sempre c'è un giuda tra i commensali. Rimane l'accordo Sandruvi, Urbani, Riccardi. Il resto e' aria fritta. Garanzia per Urbani sindaco, Riccardi prossimo candidato presidente della regione e Urbani consiglier regionale con Riccardi. Piena sintonia con i sindaci del territorio. Il resto è' tutto marginale, al limite qualche incazzature di chi è' stato crocifisso per motivi politici. Amen, siamo a Pasqua e gli eventi devono compiersi. Commento inviato il 02-04-2014 alle 06:28 da Ponzio
  • Voleva la nomina anche Indirà Fabbro, ma ci sono resistenze da parte di ambienti industriali... Commento inviato il 01-04-2014 alle 22:48 da Pippo
  • Urbani ha fatto un accordo politico (ovviamente segreto)con Sandruvi: alle vicinissime elezioni comunali Forza Italia non presenta alcuna lista contro Urbani (dopo che per 5 anni F.I. è stata in opposizione al comune). Quindi Benvenuti a casa e Sirch entrerà al posto di Disetti. Tra i "settantenni" di Gemona(Benvenuti, Sandruvi, Disetti - tutti con doppia entrata: pensione e vitalizio regionale) non è mai corso buon sangue, adesso ci sarà una nuova resa dei conti. Tutti guardano fuori Gemona, ma i giochi di potere e la resa dei conti è solamente una vicenda gemonese. Commento inviato il 01-04-2014 alle 22:15 da Paulo
  • Grossa questa.... Il gran capitano Paolo Ciani, giá federale di an e maggiorente dei finiani per oltre un decennio, oltre a essersi fatto fregare dal brick il partito ha messo anche un suo servitore a gestire il suo comune... Non si finisce mai di imparare quanto furbi sono stati questi qua... Commento inviato il 01-04-2014 alle 18:36 da Il logorroico
  • Chiaro come si prendano questi enti come buen ritiro per politici trombati o non collocabili altrove... Commento inviato il 01-04-2014 alle 11:35 da Anonimo

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ