il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
CLICCA SUL BANNER IN BASSO DI VIDEOTELEBLOG

SPY ENTRA IN TURISMO FVG

Era l'autunno del 2012, quando direttore generale di Turismo Fvg, Edi Sommariva, direttore amministrativo Michele Bregant (attuale D.G.) cui spetta per regolamento organizzativo (art.5) verificare la regolarità e la legittimità degli atti dell'importante ente funzionale, liquidava una fattura di euro 3.000,00 ad una azienda udinese, la Spy srl, a fronte di "consulenza in materia di sicurezza informatica". Al di là dell'esiguità dell'importo, la prima domanda che sorge spontanea è come mai i vertici dell'ente non si siano rivolti ad Insiel Spa, cui compete la gestione  dei sistemi informativi della Regione Fvg e dei suoi enti funzionali ma si siano affidati ad una ditta privata esterna? Poichè non vi è traccia del decreto di affidamento della consulenza (e dei suoi effettivi contenuti) sul sito istituzionale (a dispetto delle tante decantate norme sulla trasparenza ed accessibilità), è lecito porsi qualche interrogativo (con promessa di pubblicare qualsiasi smentita ufficiale) o fare alcune ipotesi. 1) Insiel Spa si è rifiutata di fare quanto richiesto da Turismo Fvg, per cui si sono rivolti a privati. 2) Immaginando che quanto richiesto non era perfettamente legittimo, i vertici di Turismo Fvg si sono rivolti direttamente a privati. 3) I vertici dell'ente non conoscono l'esistenza delle delibere della giunta regionale con cui sono stati approvati gli accordi che regolano i rapporti tra Regione Fvg e Insiel Spa (che è di fatto un suo braccio operativo). Il secondo interrogativo riguarda in cosa sia consistita, in fatto, la consulenza in sicurezza informatica. Controllo delle caselle postali dei dipendenti? Controllo dei Pc dei dipendenti? Ricerca di "cimici"? Questi i dubbi sollevati da alcuni dipendenti dell'ente rimasti molto contrariati dall'accaduto. Infine, altro dubbio, riguarda il fatto se la Regione Fvg, che ha compiti di vigilanza (tramite la direzione attività produttive) sul "suo" ente funzionale (art. 21 L.R. 2/2002), si sia preoccupata di controllare cosa abbiano riguardato le consulenze pagate con soldi pubblici...ma questa è un'altra storia. Restiamo in attesa di ricevere una risposta a questi interrogativi così da pubblicare una replica soddisfacente per tutti.