**
  • Home > Documenti > TRENI:45MILIONI DI DANNO NESSUN DIRIGENTE RESPONSABILE
  • stampa articolo

    TRENI:45MILIONI DI DANNO NESSUN DIRIGENTE RESPONSABILE

    23P

    Circa cinque mesi fa (18 ottobre 2013), Il Perbenista pubblicava un articolo che riguardava gli otto treni "spagnoli " comprati nel 2011 dalla Regione Fvg e fermi allo scalo di Cervignano (Ud). Evidentemente qualche neo-dirigente regionale, diventata improvvisamente un'affermata tecnica dei trasporti, si è resa conto che poteva prendersi qualche merito mediatico ed ha iniziato un'annunciata azione legale nei confronti degli astuti venditori spagnoli. Vedremo come andrà a finire, ma intanto i pendolari da anni continuano a viaggiare in condizioni da carro bestiame, in carrozze sporche e vetuste, soggette a continui guasti e ritardi. A questo punto la domanda che rivolgiamo alla governatrice Serracchiani, tanto attenta a costituirsi parte civile nella vicenda legata all'agenzia Turismo Fvg e al relativo danno di immagine, è la seguente: per quale ragione i direttori centrali ed i loro collaboratori (negli atti si trovano nomi e cognomi) che hanno portato avanti questa sciagurata operazione sono ancora direttori centrali  (cambiando solo qualche poltrona)? Che ne è della "responsabilità dirigenziale" tanto declamata dalla nuova era Renzi? Qualcuno ha verificato se i due direttori centrali, oltre a non essere stati formalmente richiamati, hanno anche ricevuto un ottimo premio di risultato data la brillante operazione? L'ex assessore regionale ai trasporti Riccardo Riccardi che raccontava di fare il pendolare in incognito per solidarizzare con i poveri viaggiatori (con foto e sceneggiate varie), chissà cosa pensa della fallimentare operazione, politicamente da lui voluta, costata oltre 45 milioni di euro all'erario regionale. Magari lo racconterà agli amministratori locali che domani sera ha convocato Là di Moret, come leader dell'opposizione regionale...

  • Commenti

  • secondo me questi politici non hanno mai preso un treno da pendolare, loro viaggiano solo in prima classe e con alta velocità. speriamo che non si presentino piu... Commento inviato il 24-03-2014 alle 19:10 da anonimo
  • treni e 3^ corsia: un bel biglietto da visita di chi si credeva competente! Meno male che gli elettori l'han mandato a casa prima di fare altri danni !!! Commento inviato il 24-03-2014 alle 03:45 da al di codroipo
  • Intanto presto chiuderemo gli ospedali e perché? 60 milioni di euro per il consorzio industriale di San Giorgio (NESSUNO FA I NOMI DEI RESPONSABILI, di questi geni della finanza e dell'impresa), 45 milioni per treni che saranno già ruggini e pronti da portare in fonderia (dov'è la Corte dei Conti?). La Serracchiani sempre in giro a fare immagine, non segue i problemi della gente. Adesso ci vengono a dire che dobbiamo chiudere gli ospedali e in modo vergognoso si aspettano le elezioni comunali per non perdere voti. I piani segreti vengono tenuti nascosti nei cassetti fino a dopo le elezioni, come espressamente ha dichiarato l'assessore alla sanità Telesca. Alla faccia della trasparenza e della correttezza nei confronti dei cittadini. Commento inviato il 23-03-2014 alle 20:59 da sZorz
  • ...è come per Trenitalia: non si capisce come mai in regione ci mettono tanto a pretendere penali adeguate o non le prevedono addirittura nei capitolati! Quando poi le chiedono, le "restituiscono" a Trenitalia, per "migliorare" il servizio: robe da matti!Forse ci sono troppi avvocati in giro? Commento inviato il 23-03-2014 alle 19:31 da une furlane
  • Continua la gloriosa tradizione, unitamente al meraviglioso orario cadenzato, puntualmente in ritardo (prendo ogni diavolo di giorno il treno Ts-Ve da Ud a Conegliano e segnalo puntualmente ed inutilmente il ritardo). Ma ce la vogliamo smettere pagliacci?!?!?!?! Commento inviato il 23-03-2014 alle 16:35 da Piernicola
  • come al solito pagano solo i viaggiatori (il biglietto) e i contribuenti (le tasse per comperare i treni). Commento inviato il 23-03-2014 alle 14:18 da anonimo

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ