il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
FRA QUALCHE ORA I PRIMI NOMI ECCELLENTI DELL'INCHIESTA COVID-VIP

MISSIONE AZERBAIJAN: CIMITERO, PRANZI, CONCERTO E CENE

In questi giorni è scoppiata una forte polemica in merito alla missione in Azerbaijan guidata dalla governatrice del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani. Mentre gli imprenditori sono volati in classe economica assieme al presidente della Cciaa di Pordenone Giuseppe Pavan e al presidente di Finest Mauro Del Savio, il rettore di Udine Felice De Toni, il presidente di Confindustria Udine Matteo Tonon, il presidente della Cciaa di Udine Giovanni Da Pozzo e la governatrice Debora Serracchiani, hanno volato in business pagando il doppio. Ma, in queste ore, è emersa un'altra notizia ancora più scandalosa, tenendo conto i costi che la collettività ha dovuto sostenere per questa missione di due notti a Baku. Forse, sarebbe più corretto parlare, come ha affermato un imprenditore deluso, di una vera e propria gita. Qui di seguito, per iniziare, vi riportiamo letteralmente il comunicato istituzionale congiunto apparso sul sito della Regione Fvg con relativa foto, in cui appaiono assieme al presidente dell'Azerbaijan, Ilham Aliyev, solo Debora Serracchiani e Giovanni Da Pozzo ( nessuna traccia del resto della delegazione regionale): "Incontri approfonditi ed interessantiche riteniamo potranno avere ottimi sviluppi - ha dichiarato Debora Serracchiani. L'Azerbaijan è particolarmente interessata agli scambi con Italia e Friuli Venezia Giulia nel campo delle costruzioni, della cantieristica navale, dei prodotti alimentari, della salute, dell'innovazione e della ricerca. In agricoltura - ha proseguito la Serracchiani - abbiamo riscontrato una notevole conoscenza sulle barbatelle prodotte a Rauscedo. Sono stati circa un'ottantina gli incontri B2B che le nove imprese regionali presenti in missione hanno realizzato a Baku. In Azerbaijan - ha commentato a seuire Da Pozzo - c'è anche la possibilità di realizzare importanti investimenti nei settori delle infrastrutture e degli impianti nel campo dell'Oil & Gas". Ecco, invece, come sono andati realmente i fatti nelle 48 ore Azere: All'arrivo la delegazione regionale del Fvg è andata direttamente a cena in albergo con gli ambasciatori e poi a riposare stanca per il viaggio. Il giorno seguente, ed unico trascorso a Baku, la mattina ha compiuto un lungo giro commemorativo al cimitero di guerra; successivamente c'è stata la colazione; a seguire un incontro all'agenzia della cooperazione ed un momento conviviale presso l'Università dove hanno assistito al concerto della musicista friulana Luisa Sello. Al termine la delegazione è tornata in albergo a dormire, per ripartire la mattina successiva. Ci domandiamo allora, fra cimitero, concerto ed aperitivi quando e come le nostre istituzioni in 24 ore abbiano potuto compiere qualcosa di utile al sistema imprenditoriale del Friuli Venezia Giulia.