il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

RESPONSABILE DEL GIORNALINO DI PONTEBBA CERCA DI INGUAIARE CARLANTONI

Circa un anno fa il sindaco di Tarvisio, Renato Carlantoni (FI), si era recato con le figlie a trascorrere una normale mattinata di relax al Parco Snow.  Solita mattina in famiglia, solita fila, soliti scontrini conservati in tasca...per fortuna. Nel pomeriggio il collaboratore del Messaggero Veneto, Alessandro Cesare, a lungo tempo addetto stampa per la Provincia e per lo stesso comune di Tarvisio, telefona "all'amico" Carlantoni avvisandolo che la redazione di viale Palmanova aveva ricevuto una mail firmata che denunciava un comportamento "da casta" del primo cittadino di Tarvisio, manifestatosi con la volontà di non fare la fila e di non pagare i biglietti dell'impianto Promotur. Quindi, Cesare, figlio dell'assessore Nadia Campana, assessore a Tarvisio, chiede a Carlantoni un commento alla notizia. Il sindaco cade dalle nuvole, nega l'abuso e conferma di avere ancora gli scontrini in tasca. Successivamente un caposervizio del Messaggero Veneto richiama Renato Carlantoni, avvisandolo che il giornale aveva appena scoperto che la mail in oggetto era siglata da una firma falsa e quindi non attendibile. Chiarito il fastidioso inconveniente il sindaco Carlantoni ha presentato un esposto contro ignoti ai Carabinieri. Passa circa un anno e Alessandro Cesare, giornalista dell'Agenzia Stampa Stilo, telefona a Carlantoni ammettendo che i carabinieri avevano individuato l'indirizzo ip del computer da cui era partita la falsa mail ed il computer era proprio quello di Cesare che pare scarichi la responsabilità sulla moglie. Ma poco cambia a questo punto. Appena appresa la notizia il direttore del Messaggero Veneto, Omar Monestier, ha interrotto la collaborazione con Alessandro Cesare. Nel frattempo, Cesare, per conto dell'agenzia Stilo - Unidea, segue anche la Comunicazione del comune di Talmassons, ma cosa ancora più curiosa anche del giornalino di Pontebba, comune amministrato dalla senatrice del Pd, Isabella De Monte.