**
  • Home > Documenti > PRESIDENZA FIERA DI UDINE:GLI OCCHI DEL PD SULLA CCIAA
  • stampa articolo

    PRESIDENZA FIERA DI UDINE:GLI OCCHI DEL PD SULLA CCIAA

    12E

    Manca circa un mese alla nomina del presidente dell'Ente Fiera di Udine e Gorizia ed i giochi si sono aperti. La maggioranza dell'assemblea dei soci è nettamente in mano alle categorie economiche, per l'esatezza, della Camera di Commercio di Udine. E' per questo che il Presidente uscente, Luisa De Marco, afferma che a decidere se verrà rinnovata o meno sarà Giovanni Da Pozzo una volta sentiti i vari soci. Ma qualcosa lascia intravedere che la questione potrebbe rivelarsi più  complessa del previsto. Ciò che bisognerà capire è quanto la scelta della Cciaa sarà autonoma ed indipendente dalle indicazioni della maggioranza regionale a guida Pd. E' la stessa De Marco, infatti, a ricordare con grande onestà morale, che all'epoca, il suo nome venne suggerito a Da Pozzo dall'allora capogruppo in consiglio regionale del Pdl, Daniele Galasso. Forse è proprio per questo che un paio di autorevoli esponenti regionali del Pd, pur non eccependo nulla sull'operato del presidente uscente, gradirebbero un nome nuovo, espressione di una totale discontinuità con il passato. Scelta, questa, fra l'altro, sempre urlata a gran voce dalla governatrice Debora Serracchiani nel congedare senza appello tutti i presidenti e i direttori degli enti dell'epoca Tondo. "Basta con il periodo dei tecnici buoni per tutte le stagioni - ha esclamato un consigliere regionale friulano del Pd - riferendosi a Franco Soldati, Luisa De Marco e nomenclature del mondo bancario". Da Pozzo, dal canto suo, non si sbilancia più di tanto; afferma che Luisa De Marco ha ben lavorato e che personalmente non ha nulla contro una sua riconferma; tuttavia prima di dare il semaforo verde dovrà fare una serie di verifiche. Più scettico il presidente di Uaf, Tilatti, che parla di una gestione non proprio felice della Fiera e della necessità di tenere conto di nuovi equilibri prima di riconfermare l'uscente. Daniele Galasso, mantiene un profilo defilato, e lancia un salvagente all'ex sindaco di Muzzana: "E' vero che fui io a consigliare a Giovanni Da Pozzo il nome della De Marco, ma lo feci in amicizia come un qualunque cittadino; non parlai quale capogruppo del partito di maggioranza. Mi chiese il nome di una donna e mi venne in mente quello di Luisa". Intanto gli attuali vertici regionali di Forza Italia, non si capisce se per amore o antipatia, continuano ad ipotizzare il nome di Luisa De Marco quale possibile candidato sindaco a Tavagnacco qualora dovesse essere disarcionata dalla sella dell'ente Fiera.

  • Commenti

  • Grazie della risposta, mes di lui. Francamente neanch'io sono per i personalismi. Ma siccome vedo che chi sbaglia non paga, ritengo che alla fine non possiamo prendercela con il caso. Quando ho parlato del Medio Credito, ho fatto un esempio che ho letto sul messaggero. Vedi come il pubblico stanzia centinaia di milioni per risanare un ente e poi non comunica la strategia ne la nuova dirigenza. Da cittadino mi aspettavo tanto... Facce nuove, idee buone... Poi prima si dice che Pizzimenti è incompatibile perchè è insegnante, poi si nomina la Compagno, che va in distacco, e le si porta l'indennità a oltre 100.000,00 e nessuno batte politicamente ciglio. Ma ce robe ise? A proposito, Perbenista, si può andare in distacco dall'università per motivi non lavorativi (intendo dire non per una dirigenza ma per una presidenza?) mmmmmmmmmhhh, che dubbio... - Ho sentito un uccellino cinguettare rauco. Cantiamo! "Risolverò magari poco o niente, ma ci sarò, e questo è l'importante!" Commento inviato il 23-03-2014 alle 11:38 da ore di gambiâ
  • che discorsi...! se è per questo, non c'è mai limite al peggio! Commento inviato il 23-03-2014 alle 07:57 da Anonimo
  • A ore di gambià. àtu bevut? Cerca di capire quando si fa dell'ironia... A me non viene mal di fegato, a qualcuno mi pare di si. Per quanto mi riguarda ce ne sono molti di peggio della De Marco. Senza offesa tanto andiamo a rotoli lo stesso... Commento inviato il 22-03-2014 alle 20:33 da mes di lui
  • A mes di lui: perchè fare domande del k@tzo? La questione non è valutare chi ha lavorato bene (non è un posto di lavoro, concetto difficile da far digerire ai poltronari...) qui si tratta di far assumere le responsabilità a chi governa. Negli Stati Uniti lo chiamano Spoil system che va tradotto circa come scollante di poltrone e responsabilità di chi governa (altrimenti la colpa è sempre degli "altri"). E basta con gli stessi culi! Ad esempio, sapete che al Medio Credito dopo un impegno regionale di 100 milioni ????? (e intanto magari chissà tagliamo risorse in sanità?) i nobili sed#ri della direzione e del CdA messi al tempo di Tondo stanno ancora seduti su quelle poltrone? A gestirli. Non mi credi? Sì Sì è così, sono tutti lì. L'unico che non c'è è... morto. Ma al è compagno. Ma brave Debora. Sì Sì. Simpri chei. E nessuno parla. Neanche i grillini... crì crì. Eppure quei soldi che coprono il così detto "puco" sono i nestri bes, mestri. Mes di lui, atu voe di fevelà? Ahi, Ahi, gnot e scur di ploe! Cantiamo! "Vecchio scarpone quanto tempo è passato, quanti ricordi fai rivivere tu!" Commento inviato il 22-03-2014 alle 10:42 da ore di gambiâ
  • Galasso quelle cose non le fanno i comuni cittadini. Specialmente se vengono, guarda caso, ascolate! Commento inviato il 21-03-2014 alle 19:25 da Secutor
  • potrebbe essere Luisa De Marco la probabile candidata del centro destra a lignano nel caso la giunta Fanotto saltasse dopo l'estate con elezioni anticipate a maggio 2015 Commento inviato il 21-03-2014 alle 15:39 da lignano mormora
  • luisa, e trovarsi un lavoro vero? Commento inviato il 21-03-2014 alle 08:10 da Anonimo
  • Perché cambiare se ha lavorato bene? E poi si presenta molto meglio di altri possibili candidati. Commento inviato il 20-03-2014 alle 22:52 da mes di lui

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ