**
  • Home > Documenti > AUTOVIE VENETE: LA CORSIA DELLE ASSUNZIONI DIRETTE
  • stampa articolo

    AUTOVIE VENETE: LA CORSIA DELLE ASSUNZIONI DIRETTE

    64A

    La legge è uguale per tutti ma qualcuno è più fortunato. Questa massima potrebbe spiegare come mai qualcuno è destinato a non trovare mai lavoro e qualcun altro a rapidi assunzioni. La cosa, però, fa infuriare i tantissimi giornalisti freelance e precari che da anni si fanno il mazzo per portare a casa cento euro al mese. Pensiamo ad Autovie Venete, fiore all'occhiello della Regione Fvg. Sapere che il direttore generale, attualmente in aspettativa per politica, Riccardo Riccardi, abbia iniziato la sua carriera come addetto stampa può fungere da stimolo. Apprendere che l'attuale addetta stampa, arruolata ai tempi di Riccardi e Santuz, Raffaella Mestroni, fosse stata assunta con chiamata diretta a tempo indeterminato, può far piacere per il bene di una collega. Scoprire che a seguire, anche il figlio dell'attuale coordinatore provinciale di Forza Italia, Ferruccio Anzit, consigliere comunale a Castions di Strada, sia stato assunto a tempo indeterminato e sempre con chiamata diretta inizia a insospettire. Infatti, Alessandro Anzit, venne assunto con chiamata diretta e a tempo indeterminato, senza alcuna esperienza giornalistica, come responsabile pubblicazioni di Qui Autovie.  La motivazione fornitaci dai responsabili del tempo è stata laconica "la legge lo permetteva". Attualmente Alessandro Anzit, pare che lavori alle dipendenze dirette del rag. Sartelli all'area operativa di Autovie Venete nella sezione "esercizio".

  • Commenti

  • Ciò non toglie che le persone dovrebbero essere ASSUNTE per il loro CURRICULUM e non per parentela e luogo di residenza. Commento inviato il 19-03-2014 alle 20:01 da @Ciò non toglie...
  • A Castions ci sono pure diversi assunti all'ersa, il colore politico però è più verdognolo. Metodi clientelari tipici della c...... Commento inviato il 19-03-2014 alle 19:35 da beninformato
  • anonimo delle 23.05....ma per piacere....queste clientele han rovinato l'Italia ma ce ne rendiamo conto o no? non sarà solo l'unica causa ma è una delle più gravi a mio avviso. Commento inviato il 19-03-2014 alle 14:51 da fox
  • Mi piacerebbe scrivere nome e cognome, ma non mi è permesso: in ogni caso ai benpensanti, per non scendere ai loro livelli, che ci definiscono fannulloni o inutili, vorrei sottolineare che prima di scrivere cose delle quali non hanno certezza e per le quali potrebbero essere denunciati, si accertino di aver inserito il cervello! Lo stesso vale per il Sig. Belviso, il quale riporta notizie distorte o assolutamente false con il solo risultato di mettere alla berlina i dipendenti, non certo i vertici di Autovie. Vergognatevi! Commento inviato il 19-03-2014 alle 13:56 da Anonimo incazzato
  • Anche a Camino al Tagliamento ci sono tanti assunti ad Autovie Venete di cotanta famiglia Commento inviato il 19-03-2014 alle 06:03 da Strabeninformato
  • Ciò non toglie che le persone vadano giudicate per il loro operato e non per parentela o luogo di residenza.... Commento inviato il 18-03-2014 alle 23:05 da anonimo
  • Vai a chiedere agli interinali che si fanno il c...o cosa ne pensano. Ovviamente avrà un impiego con responsabilità meno di zero. Commento inviato il 18-03-2014 alle 20:19 da mes di lui
  • Ma anche in FVG Strade c'è tana. Commento inviato il 18-03-2014 alle 18:37 da Ma anche
  • la soluzione e' privatizzare tutto, in Italia e in Friuli. Togliere pure lo statuto di regione autonoma! A lavorare ! Autovie, oltre 600 dipendenti... Direi almeno il 50% inutili ! Commento inviato il 18-03-2014 alle 17:14 da al di codroipo
  • caro perbenista, pare che a Castions di Strada ci sia più di un "figlio di" o "amico di" assunto in Autovie Venete. Commento inviato il 18-03-2014 alle 16:19 da beninformato

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ