il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

PRIMARIE PD: VIETATO IL VOTO AL FIGLIO DI MATTIUSSI

Sul suo blog, Carlo Alberto Mattiussi, aveva preannunciato con un post l'intenzione di andare a votare per le primarie del Pd di Aquileia e aveva anche anticipato a chi sarebbe andata la sua personale preferenza: "...Quando andate a scegliere, ponetevi queste domande e sappiate che ora potete scegliere voi il sindaco (del vostro colore preferito addirittura) prima della tornata amministrativa. Aquileiesi, che bello! Non comprate più a scatola chiusa. Avete la possibilità di puntare sul rinnovamento. Spanghero è la vecchia politica, quella PCI e suoi derivati. Andrea Moscatelli, seppur "foresto", almeno in parte sembra portare una ventata di aria fresca. Ecco perchè domenica pomeriggio anfrò anche io in vicolo Zorutti e sceglierò, benchè non condividendone il colore politico, Andrea Moscatelli quale candidato sindaco per Aquileia 2014-2019". Ma giunto ai seggi un'amara sorpresa ha colto il figlio del vice presidente della Provincia Franco Mattiussi, reo secondo il responsabile delle primarie aquileiesi, di essere politicamente figlio di suo padre, benchè residente in Aquileia e privo di tessere di partito. Gli è stato così vietato di votare e conseguentemente fatto allontanare. Presenti il segretario del Pd di Aquileia Alessandro Puntin, il candidato, guarda caso, Gabriele Spangaro e l'altro candidato Moscatelli. Dure, quasi dittatoriali sarebbero state le parole di Puntin indirizzate a Carlo Alberto Mattiussi in compagnia della sorella: "Io non ritengo opportuno tu possa votare. Sei esponente di altro partito!" In realtà, Carlo Alberto Mattiussi risulta essere stato eletto a Villa Vicentina ma all'interno di una lista civica.