il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

TERRE DI AQUILEIA: TERRE DI SPERPERI E COMPAGNI

www.terrediaquileia.it ... partendo dall'ultima notizia della scorsa puntata con la sede operativa del Consorzio Fia di Bologna ubicata ad Aquileia presso l'ufficio di Lodovico Nevio Puntin, abbiamo scoperto che il Consorzio Fia, incaricato di segreteria aministrativa e rendicontazione, oltre ad avere la propria sede presso il responsabile delle procedure di evidenza pubblica del medesimo progetto, aveva assunto come proprio referente in loco il figlio di Puntin, come dimostra in modo inequivocabile il documento allegato (apri e leggi Pdf).

Così arriviamo all'epilogo di questa vergognosa storia e di questo progetto che ormai ha quasi dieci anni, ha comportato molti sprechi e danni ma nessuno ne ha voluto parlare.

Durante la realizzazione del progetto era stato costituito un comitato di indirizzo e controllo politico composto da cinque sindaci, a ciò delegati dall'assemblea dei Comuni coinvolti. E questi erano:

- Fulvio Tomasin, allora sindaco di Terzo di Aquileia, presidente di detto comitato oltre che del progetto in generale, attualmente consigliere comunaledi Terzo di Aquileia e coordinatore del Pd della Bassa Friulana:

- Alviano Scarel, allora sindaco di Aquileia, tuttora facente tali funzioni nonchè Presidente della Fondazione Aquileia;

- Paolo Dean, allora sindaco di Fiumicello nonchè vicepresidente dell'Anci regionale e membro del Cda di Insiel, attualmente capogruppo di minoranza in Comune a Fiumicello;

- Fedrico Cressati, allora vicesindaco facente funzioni di sindaco di Palmanova e successivamente eletto sindaco di Palmanova ed esponente di spicco della nuova Forza Italia provinciale;

- Francesco Martines, allora sindaco di Trivignano Udinese, poi eletto consigliere e divenuto capogruppo del centro sinistra in Provincia di Udine, attualmente sindaco di Palmanova ed esponente di spicco del Pd provinciale.

Accanto a questi vanno citati alcuni consiglieri provinciali e regionali rappresentanti del territorio in questi anni fra cui Mauro Travanut, Piero Paviotti, Enio De Corte e Franco Mattiussi.

Un pensiero va rivolto, in questa vergogna collettiva, alle tante "belle addormentate" , ossia agli oltre 250 consiglieri comunali fra maggioranze e minoranze dei Comuni interessati. Al momento ci risulta ufficialmente che solo due consiglieri comunali abbiano presentato interpellanze relative al progetto, evidenziandone i problemi: Loris Petenel, capogruppo di minoranza "Svolta di sinistra" a Cervignano, e Marco Luca, capogruppo di minoranza "L'ortica" ad Aiello. E ci risulta che solo il Comune di Cervignano abbia recentemente istituito al proprio interno un comitato di valutazione sul progetto, composto dall'attuale sindaco Savino e dai capogruppo di minoranza Petenel e Rossetti.