**
  • Home > Documenti > TERRE DI AQUILEIA: OLTRE 600MILA EURO A BOLOGNA
  • stampa articolo

    TERRE DI AQUILEIA: OLTRE 600MILA EURO A BOLOGNA

    39S SCARICA PDF

    C'era una volta www.terrediaquileia.it , una storia e non una favola: terza parte.

    Nelle puntate precedenti abbiamo raccontato come sono stati spesi circa 860mila euro di un 1.200.000,00 euro investiti da Commissione europea e 17 Comuni della bassa della Provincia di Udine, con capofila il Comune di Terzo di Aquileia, in un progetto che non ha prodotto o lasciato alcunchè di concreto e soprattutto di utilizzabile e fruibile in termini di crescita e servizio per il territorio interessato su una superficie di 280 km quadrati. Abbiamo visto che il 45% del budget dei Comuni è stato per incarichi esterni in merito ad attività di progettazione, segreteria amministrativa, controllo di gestione, procedure di evidenza pubblica, monitoraggio, collaudo e rendicontazione: ovvero quasi la metà del rilevante budget di progetto per i relativi controlli e bilanci! Partendo proprio da questo dato riprendiamo l'inchiesta facendovi notare un quantomeno singolare sdoppiamento di incarichi. Per esempio, la presenza contemporanea di un project manager e di un project leader oltre che di un responsabile per la progettazione, incarichi che - almeno così risulta nella lettura tecnica di settore - connotano le medesime funzioni nella gestione di un progetto. Per fare un altro esempio, l'incarico esterno per le procedure di evidenza pubblica, atti che dovrebbero essere compito specifico di personale dipendente delle Pubbliche Amministrazioni, tant'è che nel progetto in questione risultano voci di spesa da parte del Comune capofila per propri dipendenti in merito. E così, arriviamo a come è stato speso il rimanente 30% del budget, pari a circa 340mila euro ovvero in prestazioni di dipendenti pubblici legate a segreteria, procedure e rendicontazione, nonchè ulteriori servizi e consulenze di terzi. Come, per esempio, quella dell'ing. Floriano Tosato di Bologna, incaricato dal Comune Capofila quale redattore del bando di gara del sito www.terrediaquileia.it e del relativo network e quale membro della commissione aggiudicatrice di tale bando, vinto poi dalla ditta STYLO Srl di BOLOGNA.  La coincidenza della residenza a Bologna di entrambi ( dell'ingegnere che prepara il bando e giudica la gara e la ditta che se li aggiudica) ci ha fatto pensare, e così con un eveloce ricerca abbiamo scoperto un'altra singolare coincidenza: l'ingegner Tosato aveva intrattenuto rapporti di lavoro con la ditta Stylo srl prima del reciproco coinvolgimento nel progetto in questione (apri allegato Pdf e vedi). Ma sono normali queste cose? E così, notando questo quantomeno strano sbilanciamento di un progetto di marketing territoriale friulano con oltre la metà del budget (più di 600mila euro) destinato verso Bologna abbiamo cercato informazioni sugli altri bolognesi coinvolti per segreteria amministrativa, rendicontazione e gestione manageriale del progetto.

    Ed a questo punto è arrivata un'altra nuova sorpresa, di cui vi racconteremo nella imminente prossima puntata di questa storia incredibile con altri numeri ed altre info...

  • Commenti

  • vai avanti Marco, attento che faranno di tutto per fermarti! Commento inviato il 19-02-2014 alle 22:24 da Anonimo
  • secondo me la Corte dei Conti è stata abolita per ridurre i costi di personale ... ma spero che il Perbenista continui con queste indagini per far conoscere a tutti gli sprechi dei fondi pubblici Commento inviato il 19-02-2014 alle 21:43 da Anonimo
  • tanto lavoro per i pm Frezza e Tito ma anche per Zappatori, corte dei Conti. Commento inviato il 19-02-2014 alle 15:41 da anonimo friulano attento
  • sarebbe un peccato le tue scoperte e rivelazioni non avessero un seguito. Il paese va in vacca per cose come questa e la magistratura indaga sui ladri di galline. Commento inviato il 19-02-2014 alle 10:20 da paulin

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ