**
  • Home > Interviste > ROMOLI: "SAVINO E RICCARDI GIOCANO CONTRO BLASONI"
  • stampa articolo

    ROMOLI: "SAVINO E RICCARDI GIOCANO CONTRO BLASONI"

    9E

    Sono trascorsi diversi mesi dalla nomina di Sandra Savino e del  vice vicario Massimo Blasoni, eppure il coordinamento regionale di Forza Italia stenta a nascere. Inizialmente la regola adottata dalla Savino su indicazione di Berlusconi era quella di un coordinamento formato da quattro soggetti: uno per provincia. Essendoci già la Savino a Trieste e Blasoni a Udine occorreva individuare i due nominativi per Gorizia e Pordenone. Imperativo tenere fuori dalla stanza dei bottoni Renzo Tondo ed Ettore Romoli. Su Gorizia si stenta a recuperare un nominativo a causa della fedeltà ed amicizia storica che lega Rodolfo Ziberna a Romoli. Su Pordenone chiunque può andar bene purchè gradito a Franco Dal Mas. Ma ancora una volta i piani di Blasoni vengono rovinati, proprio da colei che appena un anno fa riuscì a sottrargli il seggio di deputato. La diffidenza di Riccardo Riccardi, che attualmente ricopre il doppio incarico di Presidente di Commissione Controllo e Capogruppo di Forza Italia in consiglio regionale appanna la visibilità di Blasoni. Contrariamente a quanto pareva essere una regola, Sandra Savino aggiunge alle  caselle di Gorizia e Pordenone ancora da riempire, anche una seconda casella udinese. Così Massimo Blasoni viene improvvisamente affiancato nel coordinamento regionale da Riccardo Riccardi. La lettura di Ettore Romoli è cinica, lucida e razionale: "In Friuli Venezia Giulia Forza Italia è in mano al trio Camber - Savino - Riccardi. Il vero leader è chiaramente Giulio Camber che attraverso Sandra Savino e Piero Tononi esercita il suo potere. Su Gorizia e Pordenone verranno nominati, come pare stia accadendo, due figure di secondo piano. Quanto a Massimo Blasoni si illude di ricoprire un ruolo da protagonista ma l'affiancamento di Riccardi, che per giunta ricopre anche un ruolo istituzionale, lo spoglia da ogni significato. Verrà fatto fuori nuovamente da coloro che crede suoi alleati". L'on. Sandra Savino continua a non rispondere alla stampa che non considera amica, venendo così a mancare di rispetto al ruolo istituzionale che ricopre, ossia di Parlamenatre della Repubblica Italiana e non della Lista Per Trieste.

  • Commenti

  • Tre personaggi molto distanti tra loro. Chi è il meno "migliore"? Commento inviato il 15-02-2014 alle 22:20 da Anonimo
  • questa foto è scattata in una sede di "Sereni Orizzonti"? Commento inviato il 15-02-2014 alle 15:08 da Anonimo
  • 250 anni in tre, ma non lasciano spazio ai giovani Commento inviato il 15-02-2014 alle 15:06 da Anonimo
  • Massimo manda a casa questi che si sono legati le poltrono addosso Commento inviato il 14-02-2014 alle 22:54 da Anonimo
  • Chi sono i due vecchi con Riccardi? Commento inviato il 14-02-2014 alle 19:39 da Anonimo
  • Da vent'anni sempre gli stessi, non hanno ancora capito che devono andarsene Commento inviato il 14-02-2014 alle 19:37 da Anonimo
  • Gli esodati hanno problemi ben peggiori Commento inviato il 14-02-2014 alle 18:26 da mes di lui

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ