**
  • Home > Documenti > FONTANINI TUTELA HERMES, BUSINESS DI MAZZOLA E SOLDATI
  • stampa articolo

    FONTANINI TUTELA HERMES, BUSINESS DI MAZZOLA E SOLDATI

    27F

    Un magistrato agli arresti domiciliari per aver pilotato decine di ricorsi presentati da autotrasportatori stranieri, per lo più ucraini, multati dalla polizia stradale per i loro viaggi senza autorizzazione e con rilevanti sovraccarichi.L'attività investigativa era cominciata circa un anno fa, dopo un esposto presentato da una ditta di trasporti udinese, la Hermes express. Nel 2013 emerge che nel tratto autostradale Venezia - Trieste, transitano ogni settiman circa 600 furgoni ucraini che portano merci per conto terzi dall'Italia all'Ucraina. A denunciare il traffico di  furgoni abusivi che ogni settimana, racconta oggi la stampa locale, attraversa il Friuli era stata, più di un anno fa, la Hermess di Via Baldasseria Bassa. Probabilmente fu per questo che un dipendente della Hermes venne aggredito a scopo intimidatorio durante un'irruzione di alcuni uomini nella sede della Hermes. In quell'occasione, e poi altre volte in seguito, il Presidente della Provincia di Udine, Pietro Fontanini (Lega Nord), si era recato, assieme al comandante della polizia provinciale, in via Baldasseria bassa e aveva evidenziato la necessità di potenziare i controlli per "bloccare questo traffico illegale che penalizza le aziende friulane e contribuisce a fare crescere l'evasione. Sviluppare un commercio legale con l'Ucraina - aveva precisato - può aiutarci anche a superare la crisi economica". Non a caso il socio della Hermes, Kisil Rostyslav, il miliardario presidente del colosso "Rosan", ha assicurato di essere pronto a sviluppare nuovi progetti di collaborazione con l'Italia. In seguito la Provincia aveva potenziato i controlli cercando di dare un contributo all'attività della Polizia Stradale, ma in molti casi le sanzioni venivano sospese o annullate dal giudice di pace con il quale Palazzo Belgrado aveva avviato una battaglia legale a colpi di ricorso. In queste ore il Presidente della Provincia, Pietro Fontanini, ha affermato che "le notizie di ieri confermano la nostra posizione e ci inducono a continuare questo tipo di monitoraggio per tutelare le aziende friulane vittime di concorrenza sleale". Nello stesso tempo i dirigenti della Hermes hanno sottolineato l'importanza di poter lavorare nel rispetto della legalità ed hanno voluto ringraziare le forze dell'ordine e la magistratura per il loro operato.

    Fin qui quasi eroico e iper patriotico il comportamento tenuto per oltre un anno dal presidente leghista della Provincia di Udine, Pietro Fontanini, a difesa della Hermes. Ma oltre al milionario ucraino, chi sono gli altri soci ed amministratori della Hermes express? La società costituita il primo dicembre del 2011, ha come soci Praussel Maria Luisa (dipendente della Provincia di Udine), la Sviluppo Tre srl (una società riconducibile al presidente di Exe Franco Soldati), Kisil Rostyslav e la sua compagna Nod-Kobik Dina. Presidente del consiglio di amministrazione è Aldo Mazzola, direttore generale di Exe (società per i rifiuti della Provincia di Udine), vice presidente Franco Soldati (presidente di Exe, principale società a capitale della Provincia di Udine). Ma le coincidenze non terminano qui. Infatti nell'ottobre del 2011, Exe costituì, proprio in Ucraina, la Ekoternopil, società di diritto ucraino controllata al 99% che di fatto non ha mai cominciato ad operare.

  • Commenti

  • ma perchè quando la polizia provinciale lavora assieme al personale della motorizzazione usa il binocolo? Commento inviato il 08-02-2014 alle 18:01 da paolo
  • la Corte dei conti e la Procura dove sono? Commento inviato il 07-02-2014 alle 19:21 da cividale
  • I controlli della EXE gli ha fatti il sindaco Fanotto, dal comune di Lignano. Lignano possiede il 23% della società. nel controllo dei bilanci il Fanotto sembra che abbi trovato delle perdite ingenti ed ha denunciato tutti i responsabili.... Commento inviato il 06-02-2014 alle 20:37 da Da pra
  • Ha ragione al di codroipo. Il problema non sono questi corrieri ma chi sfrutta i problemi della gente offrendo servizi pseudo disinteressati salvo essere ricambiato con qualche voto, ad personam, al momento opportuno. Commento inviato il 06-02-2014 alle 20:09 da mes di lui
  • al di codroipo Sei scemo? Mi sembra il ragionamente che fanno i mafiosi in meridione. Siccome lo stato non c'è lasciamo che siano i vari padrini a darsi da fare per il lavoro, la giustizia, ecc.. Che ca..o dici?. Se una cosa è illegale, è illegale e basta, va tolta senza se e senza ma. Commento inviato il 06-02-2014 alle 14:46 da Anonimo
  • ma ci sarà qualcuno che va a controllare i bilanci della EXE ? Commento inviato il 05-02-2014 alle 18:53 da el furlan
  • Fontanini ormai difende le idiozie, dimostra di essere ormai vecchio per questa regione! Prima di tutto i corrieri ucraini, romeni, moldavi ecc... che transitano per l'A4 non trasposrtano merce dei friulani bensi' di tutti quegli stranieri dell'est che lavorano in Italia! Le centinaia di migiaia di BADANTI dell'est utilizzano questi pulmini ormai con fiducia RICONOSCIUTA. Sia per le merci sia per mandare 4 soldi alle famiglie. Se trasportano "abusivamente" (tutto da dimostrare) lo si deve ALLA CARENZA di alterbative VALIDE ED A BUON MERCATO! Non sarano mica fessi gli extraEU? NO? O forse pensate che togliere loro questo prezioso servizio sia meglio per noi italiani? Allora perche' nn si cerca di risolvere il problema delle povere badanti che lavorano h24 nelle ns coase? Contribuendo (schiavizzandole) a far rispamiare milioni e milioni di euro alla ns casta della sanita' o dei servizi sociali? Ah no! Non tocchiamo questo tasto... andiamo a vedere questi poveretti corrieri che macinano migliaia e migliaia di km per 4 soldi di guadagno e con tutti i rischi correlati. Negli anni sono morti in tantissimi! E quale sarebbe l'alternativa? La Hermes? Mi spiace ma l'iniziativa e' ed era prevedibile: FALLIMENTARE ! I corrieri dell'est sono tutti padroncini e nessuno puo' competere con un padroncino! Ripeto, consideratelo un servizio per tutti quei poveracci che lavorano nel ns Paese e lo utilizzano per mandare pacchi ai loro figli, genitori e parenti (che hanno dovuto abbandonare). Quindi coloro che contrastano questo si VERGOGNINO !!! O quantomeno pensino a tutti quei lavoratori sfrutati e lontani dalle loro case. Eliminare questi furgoni significa eliminare un cordone ombelicale vitale! Vergognatevi e pensate ai veri ladri dell'Italia corrotta! Commento inviato il 05-02-2014 alle 17:18 da al di codroipo
  • Nulla di nuovo sotto l'oriente Commento inviato il 05-02-2014 alle 00:47 da BRICKS AND COOKS
  • in effetti l'articolo è un pò confuso...o meglio non si capisce cosa c'entra la prima parte con la seconda. Per caso ci sono multe Hermes annullate dal gdp di Udine? Se si allora è un problema per Fontanini, se no non vedo cosa ci azzecchi il tutto, o meglio giusto indignarsi di fronte a giudici di pace (va precisato che non si tratta di magistrati) cui viene consentito di fare il giudice in una provincia e l'avvocato in un altra, ma questa è l'ennesima riprova che l'Italia è un paese di buffoni Commento inviato il 04-02-2014 alle 22:27 da Anonimo
  • Vizi privati e pubbliche virtù... Commento inviato il 04-02-2014 alle 15:15 da vindice
  • Ma Ti sei letto? Passa in secondo piano l'illegalità a favore del gossip...di fatto sono solo illazioni, vallo a dire al dipendente legnato sul serio!!! Commento inviato il 04-02-2014 alle 14:26 da Anonimo
  • coincidenze? Commento inviato il 04-02-2014 alle 14:04 da Paolo

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ