**
  • Home > Gossip > DA POZZO DIMOSTRA COME FARE A MENO DI NONNO EDI
  • stampa articolo

    DA POZZO DIMOSTRA COME FARE A MENO DI NONNO EDI

    19D SCARICA PDF

    Quanti e quali sono gli enti che dilapidano continuamente denaro pubblico, mantenendo presidenti, direttori generali, direttori marketing, consulenti e strutture varie con la "mission" della promozione turistica? Partendo dalla colossale struttura di Turismo Fvg, che conta circa un centinaio di dipendenti, fino alla Provincia, ai Consorzi, alle Pro Loco e via dicendo. Sebbene la Regione Fvg, abbia da poco stretto un accordo con il guru internazionale del turismo, il catalano Joseph Ejarque, e sebbene siano ancora in piena busta paga sia il direttore generale dell'Agenzia, Edi Sommariva, che il suo direttore marketing, Alessandro Gaetano, la Cciaa di Udine si trova "costretta" ad inviare una lettera ai suoi associati ( vedi documento allegato in Pdf) del settore, facendo riferimento al bisogno di "rispondere ad una precisa esigenza emersa dal tessuto imprenditoriale locale". E così, il presidente della Cciaa Giovanni Da Pozzo, per il 3 febbraio alle ore 16, chiama a raccolta operatori ed imprenditori vari, dimostrando l'assenza assoluta di un concreto direttore generale del Turismo regionale. La sede dell'incontro, sa quasi di beffa: Info point Agenzia Turismo Fvg, Lignano Sabbiadoro.

    "Spettabile azienda, rispondendo ad una precisa esigenza emersa dal tessuto imprenditoriale locale, la Camera di Commercio di Udine ha messo in calendario per il 2014 diverse attività per il comparto turistico. Il programma delle iniziative prevede la realizzazione di missioni in diverse città europee, con un format ripetibile ed articolato. Al fine di presentarvi in dettaglio le attività in programma e le condizioni di partecipazione, vi invito a prendere parte all'incontro di lunedì 3 febbraio alle ore 16 all'Info Point dell'Agenzia Turismo Fvg (Via Latisana 42, Lignano Sabbiadoro). L'occasione mi è gradita per porgervi distinti saluti.

    Dott. Giovanni Da Pozzo"

    APRI ALLEGATO PDF

  • Commenti

  • E' evidente il malcontento generale che regna in Regione fra gli operatori turistici. Non fatevi eccessive illusioni, anche perchè il grande guru di cui tutti auspicano il ritorno non potrà fare granchè. Infatti nell'era Illy/Bertossi/Ejarque sono stati spesi tanti, ma tanti di quei soldi pubblici, che sarebbe ora che qualcuno (non mi interessa se di destra - sinistra o centro) riuscisse ad estrapolare questi dati dal bilancio regionale unitamente alle statistiche "reali" di arrivi e presenze turistiche "effettive" del periodo, potremmo avere un'idea dei risultati conseguiti. Per quanto riguarda le statistiche "CHIARE E TRASPARENTI", basterebbe copiare dalla vicina Regione Veneto. Anche l'ultimo cittadino della regione, sarà così in grado di conoscere le "valenze (sic)" di questo guru. Fra quanto hanno speso e quanto è stato incassato in campo turistico in quei periodi c'è un divario da fallimento. Se un'azienda privata avesse fatto ciò che hanno fatto loro sarebbe strafallita nel giro di pochi mesi. Non mi meraviglierei che una volta visto il budget ridotto (la polpa è sparita) questo signore facesse marcia indietro da solo. Quanto spendevano solo per lo stand alla BIT di MIlano? Quanto ha reso? E rimango inorridito nell'apprendere che Turismo FVG abbia un centinaio di dipendenti. Ma quanto ci costano? Ma i risultati dove sono? Ed i cosidetti consorzi turistici, quanto ci costano? Quanto hanno prodotto? Avrebbero dovuto rivoluzionare il turismo in Friuli ma a quanto pare sono solo in grado di fagocitare denaro pubblico con risultati ben poco lusinghieri. E la Serracchiani con Bolzonello dovrebbero fare un bel repulisti. O ci sono i risultati o se no a casa! Perchè invece di sperperare soldi pubblici con iniziative a dir poco estemporanee, con notevole "spargimento" di denaro pubblico, non sarebbe più giusto che "mamma Regione" concedesse semplicemente dei "premi di produzione" agli operatori dell'Incoming in proporzione alle presenze ed all'ammontare del denaro entrato nel territorio regionale come già fanno in altre regioni? Più gente mi porti in Regione più contributi ti dò. Ci sono località difficili da vendere? La zona montana per esempio? Bene, il contributo magari te lo raddoppio. Ma tutto deve essere trasparente ed alla luce del sole. La Regione risparmierebbe barcate di denaro. Non dimentichiamo che il turismo è come una miniera d'oro per l'Italia. Inesauribile in quanto non viene venduto (c'era solo Totò che vendeva il Colosseo, la Fontana di Trevi e così via). La gente deve venire in Italia per ammirare le nostre opere d'arte, la cultura, la musica, la storia... Abbiamo tante di quelle cose che sicuramente tantissimi italiani non conoscono. Tante cose lasciateci da chi ci ha preceduto. I politici attuali ho paura che non lasceranno assolutamente niente ai nostri posteri. Di sicuro tanti debiti! D'altronde, grazie a loro, adesso dovremmo essere contenti, poichè è finita la crisi. Da oggi inizia la miseria! Commento inviato il 31-01-2014 alle 12:46 da GG
  • Cosa c'entrano le Pro Loco con il magna-magna? PB dacci una risposta. Commento inviato il 30-01-2014 alle 12:36 da Ripeto.
  • turismoFVG: turisti pochi, ma indennità illegittime, per non dir altro, come se piovesse...ovviamente a molti ma non a tutti... Commento inviato il 29-01-2014 alle 21:50 da Anonimo
  • Sommariva, dopo il "commissariamento" di fatto subito da Turfvg con la gara indetta dalla direzione regionale attività produttive per l'acquisizione del progetto di promozione turistica pluriennale vinto da Ejarque (rosica, Tognoni, rosica) e adesso con il non meno grave affronto dell'iniziativa della camera di commercio, non sarebbe più dignitoso dare anticipatamente le dimissioni da direttore generale di Turfvg? Così forse poi l'ottima Serracchiani potrà fare un po' di pulizia in quell'ente regionale Commento inviato il 29-01-2014 alle 20:56 da daharia
  • Quale progetto prima della presentazione del progetto!? Commento inviato il 29-01-2014 alle 19:02 da pluto
  • Da Pozzzoo il tolezzino stia muto. ccciiaa non servono più. costano più di turismo fvg. 4 sedi in reggione per chi>? Commento inviato il 29-01-2014 alle 18:29 da via Roma
  • Consiglierei all'assessore Bolzonello di stare attento a coloro che lo circondano (soprattutto in Turfvg) che si vendono bene e si credono unti dal Signore Commento inviato il 29-01-2014 alle 18:24 da arrows
  • Dopo quanto ha pubblicato ( articolo del fatto quotidiano riguardante Ejarque) sul suo profilo Facebook dal direttore di turismo fvg Edi Sommariva, sarebbe opportuno che la presidente Serracchiani invitasse Sommariva a dare le dimissioni. Ricordiamo che la four tourism - Ejarque ha partecipato e vinto il bando regionale per il turismo. Quindi Sommariva dovrebbe instaurare un rapporto di collaborazione con il vincitore. Se questi sono i presupposti di collaborazione che intende Sommariva siamo peggio di prima. Prima la direzione Di Giovanni- Tognoni poi Sommariva -Gaetano non hanno portato alcun beneficio al turismo del Friuli VG, anzi è regredito anno dopo anno. Il periodo invece di gestione Ejarque è stato l'unico che ha dato un impulso al turismo friulano e regionale. Ejarque era stato voluto ai tempi della presidenza della regione da ILLY, poi con le successive elezioni e la vittoria di Tondo, lo stesso Tondo lo destituì senza giusta causa. Ejarque fece causa alla regione, la vinse e venne saldato con 75 mila euro. Il fatto è che oggi molti temono Ejarque e quindi tendono a mettergli i bastoni tra le ruote anche sulla vittoria del bando regionale. Certo le agenzie che sono arrivate dopo in graduatoria cercano cavilli per far decadere la vittoria-assegnazione di four Tourism -Ejarque. Ma non esistono i presupposti nonostante lee interrogazione a risposta diretta da parte di elena bianchi consigliere regionale movimento 5 stelle. Commento inviato il 29-01-2014 alle 15:52 da Comunicatore- Luigi Damiani-
  • Penso che Bolzonello sia mal consigliato e mal influenzato per fidarsi così poco di Ejarque, unico competente in questo mare di presuntuosi opportunisti, e del suo progetto per non bloccare tutte le iniziative che stanno nascendo, prima della presentazione del progetto! Commento inviato il 29-01-2014 alle 13:16 da Indignato!

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ