**
  • Home > Documenti > FORZA ITALIA FVG: UN IMBROGLIO DELLA CASTA
  • stampa articolo

    FORZA ITALIA FVG: UN IMBROGLIO DELLA CASTA

    25C

    Da ormai diversi mesi su carta intestata "gruppo consigliare regionale di Forza Italia" circolano comunicati stampa ed interrogazioni di vario genere; oggi il Tg regionale di RaiTre, ha riportato una dichiarazione fatta "dal capogruppo in consiglio regionale di Forza Italia, Riccardo Riccardi", critica verso la governatrice Serracchiani. In varie occasioni durante le visite dell'on. Mariastella Gelmini, ad accompagnare l'On. Sandra Savino, era presente anche il capogruppo di Forza Italia Riccardo Riccardi. Eppure, gli uffici regionali competenti, hanno confermato al Perbenista che il gruppo regionale di Forza Italia non esiste;  ad oggi non è ancora stato formalizzato il gruppo regionale di Forza Italia ed esiste solo quello del Pdl; a tutte le conferenze dei capogruppo convocate dal Presidente del consiglio regionale Franco Iacop, partecipa sempre, obbligatoriamente ed unicamente il capogruppo del Pdl, Alessandro Colautti (Nuovocentrodestra) che parla anche per nome ed in nome di Riccardi, Ziberna, Novelli, Marini, De Anna, Cargnelutti e Ciriani. Appare evidente allora che siamo di fronte ad una colossale presa in giro verso quegli elettori di Forza Italia che sostengono Berlusconi e detestano Alfano, che quotidianamente leggono comunicati farlocchi firmati gruppo regionale Forza Italia. Tutto questo solo ed unicamente per questioni economiche, di segreterie regionali, di gettoni di presenza, di indennità di capogruppo e di presidente di commissione controllo. La coordinatrice regionale di Forza Italia, On. Sandra Savino, da oltre una settimana si rende irreperibile alle nostre telefonate ed il suo portavoce Guido Galetto, continua a giustificare il silenzio della sua datrice di lavoro, in quanto molto impegnata a Roma...Probabilmente Sandra Savino è in difficoltà, non sapendo come giustificare il fatto che dopo aver ottenuto il posto di capolista alla Camera dei Deputati appena pochi mesi fa, grazie all'intervento di Renzo Tondo e Sergio Dressi che dipingevano Massimo Blasoni come impresentabile, oggi ha dovuto individuare e nominare il facoltoso imprenditore udinese suo vice.

  • Commenti

  • Li hai citati tutti, manca solo Giuseppe Mazzini nei volti nuovi di questa poltica. A casa tutti ! Commento inviato il 23-01-2014 alle 08:09 da anonimo
  • lait a vore! Commento inviato il 23-01-2014 alle 00:13 da Anonimo
  • vorrai mica buttare via tanta carta? salva un albero! Anche se cambi l'intestazione, resta tutta spazzatura Commento inviato il 22-01-2014 alle 16:10 da sandro

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ