il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
CLICCA SUL BANNER IN BASSO DI VIDEOTELEBLOG

FRIULIA: ECCO COME DEL FABBRO SI RADDOPPIA IL COMPENSO

L'incarico di Gianmarco Zanchetta, direttore generale di Friulia, sarebbe dovuto scadere a maggio del 2014, ma essendo mutato il consiglio di amministrazione di Friulia e non essendo più lo stesso Zanchetta consigliere dello stesso, potrebbe avere le ore contate. Ma chi prenderà il suo posto? Si fanno più ipotesi a tal riguardo. Potrebbe essere scelto un direttore interno alla pubblica amministrazione regionale o di qualcuna altra delle partecipate, come prevederebbe la legge. Oppure se nessuno dovesse farsi avanti o avere i giusti requisiti potrebbe essere scelto all'esterno. Tuttavia, la scelta più "naturale" potrebbe ricadere ancora una volta sullo stesso nome, divenuto la personificazione della Regione: Pietro Del Fabbro. Basterebbe che l'assemblea deliberasse di attribuire all'attuale presidente anche il ruolo di amministratore delegato con le giuste deleghe operative, la figura di direttore non servirebbe più è il gioco sarebbe fatto. In questo modo, cosa non da poco in questo ultimo periodo di caccia ai top manager, l'indennità di Del Fabbro potrebbe salire da 90mila euro annui lordi a 150mila euro... in fin dei conti, fino a poche settimane fa in Autovie Venete ne percepiva 120mila quanti ne vorrà la Compagno per guidare Mediocredito. Nel frattempo le forze dell'ordine non avranno più diritto al tesserino per viaggiare gratuitamente sui treni e dovranno pagarsi il biglietto di tasca propria con 1500 euro al mese.