**
  • Home > Documenti > PORTO DI TRIESTE: TORRENTI DIMENTICA 500MILIONI DI EURO
  • stampa articolo

    PORTO DI TRIESTE: TORRENTI DIMENTICA 500MILIONI DI EURO

    5E SCARICA PDF

    Considerato il totale disinteresse della Regione Fvg, attraverso la quale transitano i Fondi Europei, e l'esclusione grazie alla mancata consultazione, dai percorsi procedurali per i Fondi POR-FESR ( che si rinnovano ogni sette anni ) grazie all'impedimento di qualsiasi colloquio (da maggio 2013 con richieste protocollate  emateriali inviati ) con l'assessore regionale alla cultura Gianni Torrenti, non è stato possibile nemmeno parlare in tempo utile per pregiudizio politico e negligenza ... inizia così la lettera di sfogo di una dirigente del Polo Museale di Trieste ad un noto esponente dell'arte italiana.

    "Il restauro leggero degli edifici, proposto da Italia Nostra, attraverso l'elaborazione di un masterplan già inviato al Ministero, che ha trovato l'apprezzamento da parte dell'Autorità portuale, della Provincia e dell'Università di Trieste, oltre che di eminenti personalità e associazioni culturali triestine è diretto a consentire la presentazione in sede europea di un progetto di rivitalizzazione e di riqualificazione dell'intera Area del Porto Vecchio allo scopo di ottenere subito i finanziamenti necessari (500 milioni di euro dai restanti 31 miliardi che se non utilizzati o impegnati entro dicembre 2013 ritornerebbero a Bruxelles come da appelli già del giugno scorso 2013 del ministro della coesione sociale Trigiglia e dal Ministro dei Beni culturali Bray)...LEGGI PDF ALLEGATO... Tenendo conto dei fallimenti di questi 40 anni che si reggevano solo su investitori privati e inultimo di porto città, considerato che il patrimonio è dello Stato e che lo Stato deve occuparsene in prima istanza non escludendo anche interventi privati successivi. Si rischia di perdere per negligenza l'intero patrimonio del distretto storico portuale più importante della nostra nazione. Il patrimonio storico di Porto Vecchio  per la sua estensione  eper il suo particolare pregio ha una valenza come Pompei. Il progetto di Italia Nostra, un masterplan presentato anche alla città portuale di Danzica e agli studiosi internazionali oltre che della nostra città appare senz'altro meritevole di ogni appoggio e consenso, nonostante le notevoli dificoltà date dal disinteresse della Regione ( in particolar modo dell'Assessore regionale Gianni Torrenti di cui andrebbero chieste le dimissioni visto il suo disinteresse al maggior patrimonio storico portuale della Regione e della Nazione ... ormai conosciuto in tutto il mondo).

    Alla base di tutto ci sarebbe una non volontà da parte del sindaco Cosolini e della Regione Fvg di rafforzare indirettamete la figura della Monassi che scadrà nei primi mesi del 2015..

    SCARICA ALLEGATO E LEGGI PDF

  • Commenti

  • Mi sembra improbabile che il mancato impegno dei fondi sia tutto imputabile a Serracchiani. Almeno 50 e 50 con Tondo. Considerato che i piani di finanziamento sono settennali, la proporzione sarebbe un settimo e sei settimi. Il vero dramma è che la gente si informa solo quando è già troppo tardi Commento inviato il 27-12-2013 alle 22:12 da Perplesso
  • 40 milioni di Euro? Pensavo 20, ma se avevano tutto il tempo per impegnarli entro l'anno, almeno in parte....meglio che la Seracchiani lasci e si dia a tempo pieno all'ippica. Commento inviato il 24-12-2013 alle 10:52 da pluto
  • i milioni sono 500 e non 40 cioè MILLE MILIARDI di vecchie £ire Commento inviato il 23-12-2013 alle 20:34 da el triestin
  • ma ci sarà pure qualche magistrato che interviene. Sono giochini politici che fanno molto male al territorio. 500 milioni che entrerebbero in regione e farebbero lavorare operai ed imprese edili etc. CHE SCHIFO ! Commento inviato il 23-12-2013 alle 07:19 da el triestin
  • Serracchiani smentisci, tu sei brava e non ti vogliono bene, non è possibile che 40 milioni di euro di fondi comunitari ritorneranno a fine anno a Bruxelles perchè non hai saputo gestirli Commento inviato il 22-12-2013 alle 23:30 da Anonimo
  • a proposito di Fondi POR-FESR 2007/2013 a fine anno 40 milioni di euro (40.000.000,00) ritorneranno a Bruxelles per disimpegno automatico perchè la Regione non ha saputo gestirli, tutti tacciono maggioranza e minoranza Commento inviato il 22-12-2013 alle 18:36 da Anonimo
  • se è per quello si sono "dimenticati" di molti immobili, castelli, ville storichi ed altri immobili di pregio presenti in Friuli. A Torrenti interessa solo tutelare Trieste a dispetto della Friuli. Ancor più ridicolo il fatto che danno soldi a beni statali e trascurano quelli regionali, il tutto per compiacere gli uffici ministeriali romani. Del resto la Serrachiani è romana... Commento inviato il 22-12-2013 alle 11:27 da Anonimo

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ