il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

NOMINE FVG: QUANTO CI COSTANO QUESTI RENZIANI

La terza persona da destra (vedi foto) che si vede nella foto in cui sono riconoscibili l'on. Paolo Coppola e la sen. Isabella De Monte è Luciano Aita. L'intera foto di gruppo rappresenta una squadra di renziani doc del Friuli Venezia Giulia. Tutte persone che con la vittoria di Matteo Renzi e Debora Serracchiani hanno acquisito il diritto di essere politicamente"pagate". Proprio per questa ragione il renziano vice presidente della giunta regionale, Sergio Bolzonello, da diverse settimane ha di fatto bloccato la nomina dei nuovi amministratori unici delle Ater Fvg. Bolzonello pretenderebbe, in dissenso con il resto della giunta regionale, che la poltrona di amministratore unico dell'Ater udinese andasse a chi lo è già stato in passato, ossia a Luciano Aita, professione pensionato. Qualcuno ipotizza che la norma pensata da Riccardo Riccardi che impedisce ai nonnetti in pensione di assumere presidenze e poltrone simili sia stata bocciata dalla maggioranza regionale proprio per garantire il "futuro" di alcuni amici renziani fra cui lo stesso Luciano Aita. A non volere in gran coro il ritorno di Aita non è solo il centrodestra ma buona parte dei consiglieri regionali ed amministratori della bassa del partito Democratico. Nel frattempo, tensione alle stelle anche in Mediocredito. Nonostante le garanzie che la lobby universitaria dei rettori, Peroni - De Toni, stia tentando di dare per nominare l'ex rettrice Cristiana Compagno alla presidenza di Mediocredito, dal Ministero sembra esserci un invito ad una  maggior prudenza sulle incompatibilità. Ma il vero problema, in realtà sembra essere collegato al vil danaro: si dice che la Compagno da brava economista abbia già fatto presente di non aver alcuna intenzione a rinunciare allo stipendio di docente ed altri gettoni collegati per un'indennità da Mediocredito di appena 60mila euro lordi. Con i Forconi alle porte di Roma, la Regione Fvg avrà il coraggio di convocare l'assemblea dei soci di Mediocredito e far deliberare un raddoppio di indennità per Cristiana Compagno?