il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

AUTOVIE: IMPEGNI IMPROVVISI PER BULFON; ECCO DEL FABBRO

Entro Natale il consigliere di amministrazione di Autovie Venete, Cesare Bulfon, project financing di Portopiccolo, causa improvvisi impegni personali, potrebbe rassegnare le proprie dimissioni dal cda. Sarebbe un enorme ed "inaspettato" colpo di fortuna per la governatrice Debora Serracchiani, che potrebbe così sostituirlo con il nome del futuro amministratore delegato. Ma chi sarà? Il nome al momento più probabile, parrebbe essere quello di Pietro Del Fabbro, soggetto attuatore della Terza Corsia della A4, secondo il teorema che nulla si crea e nulla si rottama. Con la carica di amministratore delegato, Del Fabbro andrebbe a recuperare buona parte delle deleghe attualmente in possesso al presidente Emilio Terpin. In passato la figura dell'amministratore delegato di Autovie Venete percepiva 225mila euro più un premio di produzione di 75mila euro. A fine 2009 Autovie aveva fissato un badget deleghe di 183mila euro, di cui 133mila euro per l'ad e il resto suddiviso fra il presidente ed i due vice presidenti. Infine, quando venne cancellata la figura dell'ad vennero ridistribuiti 150mila euro della sua indennità: 90mila euro a Terpin e 60mila euro al direttore generale Enrico Razzini, poichè la legge impone la retribuzione delle deleghe.