**
  • Home > Interviste > DRESSI: QUESTA FORZA ITALIA E' UN PARTITO DI DESTRA
  • stampa articolo

    DRESSI: QUESTA FORZA ITALIA E' UN PARTITO DI DESTRA

    13D

    A bocce ferme Sergio Dressi non ha dubbi sulla situazione attuale del centrodestra regionale; ci siamo fatti aiutare a ricostruire il quadro attuale per capire chi realmente conta. L'ex coordinatore regionale del Pdl, a poche ore dall'addio di Isidoro Gottardo confluito con il nuovo centro destra di Alfano, ci tiene a precisare di non essere mai stato un simpatizzante dei Falchi estremisti, guidati dalla Santanchè e da Verdini; ancora più lontana, notariamente, la sua posizione dai Governativi di Alfano e Lupi. Lui, fedele nei secoli ad una sola idea, era ed è uomo dei Mediatori, corrente rappresentata dagli ex missini Matteoli e Gasparri. Fino all'ultimo hanno cercato di tenere il Pdl compatto, poi la scelta è risultata obbligata: Berlusconi. Ci tiene, il presidente dell'aereoporto di Ronchi, a far sapere che su 620 delegati presenti al congresso nazionale di Forza Italia, ben 180 facevano riferimento al'ex gruppo di Alleanza Nazionale. Anche in Friuli, eccezzion fatta per i fratelli Ciriani, indirizzati verso Fratelli di Italia, tutti gli ex An che contano sono forti e presenti in Forza Italia: Riccardo Riccardi, Manlio Contento, Piero Tononi e via dicendo. "A lungo abbiamo seriamente rischiato di morire democristiani - afferma fiero di se Dressi - invece oggi finalmente siamo tornati ad essere un partito di destra. Con la collocazione al centro del movimento di Angelino Alfano e Lupi, a destra di noi non esiste più nulla, che abbia una seria consistenza partitica". Sorride ironicamente, infine Dressi, a pensare a quell'Officina di destra che oggi Menia e Ciani vorrebbero costituire, dopo che fino a pochi mesi fa sono stati ad applaudire Alessandro Maran e gli altri dirigenti di Monti. Su Tondo preferisce non soffermarsi troppo, " Renzo è in una posizione di attesa al momento; vuole vedere cosa succede". E alle Europee, chi correrà fra qualche mese per il Friuli Venezia Giulia? "Un candidato naturale sarebbe potuto essere Isidoro Gottardo, ma ormai ha cambiato partito e quindi correrà sotto altri colori; a questo punto - conclude Dressi -  i due nomi che vedo più possibili, anche se ci sono ancora molte variabili in corso, potrebbero essere Renzo Tondo oppure Riccardo Riccardi".


  • Commenti

  • Quelli che contano? Riccardi conta, ma non è di destra.... a Trieste avete dimostrato di non contare un k e chi conta qualcosa (Rosolen e Giacomelli)non è con FI caro Dressi.... facile scrivere Ciani e Menia come esistessero solo loro.... e Ciriani ti hanno salutato.... ridi ridi col Tonno e Sluga (che mi suona molto strano di tanta convinzione). Commento inviato il 18-11-2013 alle 14:30 da il logorroico
  • Tondo e Riccardi due buoni candidati di destra.... uno socialista e l'altro democristiano.... ahahahahahah Commento inviato il 18-11-2013 alle 11:19 da Anonimo
  • prima ce ne andiamo dall'europa è meglio è. finiremo dissanguati dall'economia tedesca Commento inviato il 18-11-2013 alle 08:26 da anonimo
  • Tondo in europa ? Per salvaguardare brovada e muset ? stiamo scherzando ? i pezzi migliori teniamoceli qui, a difesa del territorio. Commento inviato il 18-11-2013 alle 08:09 da anonimo
  • Non sapevo che F.I. fosse un partito di destra, lo sapevo collocato al centro. Ammesso e non concesso, oggi dichiararsi di destra è come un gay che si dichiara donna, sono diversi e rispettabili ma, fuorvianti. Comunque, a voler tutto concedere, in tanti che si sono sentiti e collocati a destra per anni: stante la confusione dei ruoli, sorge il problema di riscoprire il proprio sesso politico. Commento inviato il 17-11-2013 alle 20:59 da Vittorio Scialpi
  • Ridi ridi dressi... Che la mamma ha fatto i gnocchi Commento inviato il 17-11-2013 alle 20:49 da Il logorroico
  • bene, dopo questo intermezzo... che tornino a giocare a bocce !! lasciamo spazio ai giovani oppure continueremo a vedere sempre queste facce, in regione, in italia e in europa Commento inviato il 17-11-2013 alle 20:20 da anonino
  • condivido, Riccardi e Tondo possono, anzi devono, fare bene in friuli. In europa ci vada qualcun'altro. Commento inviato il 17-11-2013 alle 19:05 da anonimo
  • Blasoni ha già dichiarato e messo per iscritto la sua indisponibilità a confronarsi con i rappresenanti dei movimmnti autonomisti intendendo quindi dimostrare di voler dare un indirizzo nazionalistico a Forza Italia e questo è un elemento non da poco. Commento inviato il 17-11-2013 alle 15:36 da Andrea Agosstinis
  • piuttosto che Tondo o Riccardi, è meglio Dressi in europa. A Bruxelles serve gente di esperienza e capacità. Commento inviato il 17-11-2013 alle 14:49 da anonimo

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ