il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

TUTTA LA REGIONE SARA' COMPETENZA DI UN DIRETTORE DI SERVIZIO FORTUNATO

Nel "famoso" bando per la figura di Direttore del Servizio relazioni internazionali ed infrastrutture strategiche, si legge poco o niente di quelle che dovranno essere le future mansioni e competenze in oggetto. Ci si dedica maggiormente all'elenco dei requisiti per lo più legati all'aspetto infrastrutturale ferroviario che non agli aspetti diplomatici. Ma le sorprese in questo vero e proprio tatticismo burocratico non cessano mai. E così, andando a spulciare gli aggiornamenti continui del sito della Regione FVG, notiamo che sotto la voce "organigramma", alle dirette dipendenze del presidente della giunta regionale fra le nuove figure inserite, come quella del capo gabinetto e del direttore generale, appare anche quella del direttore del servizio relazioni internazionali. Ma ciò che stupisce maggiormente è notare l'infinito potere che viene attribuito a questa nuova figura, facendone una sorta di Governatore bis. Possibile allora che per tante competenze sia stato redatto un bando così minimale e sartoriale rimasto aperto per appena 15 giorni? Non era forse il caso, di dedicarci una maggior ricerca sul territorio nazionale? Queste le infinite competenze riportate per l'appunto da pochi giorni nel sito della Regione FVG.

"Il Servizio Relazioni internazionali ed infrastrutture strategiche si occupa della programmazione strategica e di coordinamento nei seguenti ambiti:

a) Opera a supporto della Presidenza della Regione come interlocutore con le competenti autorità Statali e comunitarie in materia di infrastrutture strategiche e relazioni internazionali assicurando la promozione, il coordinamento e il monitoraggio delle attività della Regione in collaborazione con le Direzioni centrali interessate;

b) Promuove e coordina le attività riferite alle Euroregioni, alle strategie macroregionali e ai Gruppi Europei di Cooperazione territoriale, attuando le relative iniziative regionali nei confronti delle autorità comunitarie;

c) Coadiuva la Presidenza della Regione nei rapporti internazionali e comunitari assicurando il coordinamento con le autorità statali preposte e le omologhe amministrazioni regionali;

d) Coadiuva la Presidenza e promuove gli indirizzi strategici in coordinamento con la Direzione centrale competente in merito alla Cooperazione Territoriale Europea ( CTE ) e relativamente ai programmi transnazionali, transfrontalieri ed interregionali dell'Unione Europea;

e) sostiene e coordina le iniziative regionali di cooperazione internazionale assicurando il coordinamento con le Organizzazioni internazionali;

f) Coadiuva la Direzione centrale competente assicurando la coerenza degli obiettivi strategici della Regione in materia attività di cooperazione decentrata, di cooperazione dello sviluppo e l'attività di partenariato internazionale;

g) Sovrintende la partecipazione regionale alla Cooperazione Territoriale Europea ai programmi e progetti nazionali, comunitari ed internazionali in materia di cooperazione decentrata e di politiche di sviluppo, supervisionando alla presentazione degli stessi alle competenti autoritò statali e comunitarie;

h) Coordina l'attività proiettata sul piano delle relazioni internazionali dell'amministrazione regionale e degli enti ad essa esterni che operano sul territorio;

i) Promuove e cura le attività relative allo sviluppo dell'internazionalizzazione della Regione, anche attraverso lo sviluppo di attività di programmazione in tale settore;

j) Coordina l'Ufficio di collegamento di Bruxelles;

k) Assicura il coordinamento e la super visione dei piani e progetti di intervento in materia di grandi vie di comunicazione terrestre, marittima ed aereoportuale di interesse regionale con specifico riferimento alle reti transeuropee di trasporto e ai nodi strategici della Regione quali porto di Trieste, il Porto di Monfalcone, il Polo intermodale di Ronchi dei Legionari, con il fine di assicurare coerenza e sinergia con le azioni e gli obiettivi strategici della Regione;

l) Provvede alla supervisione e monitoraggio sugli sviluppi progettuali e realizzativi della Terza Corsia autostradale della A4 sezione Venezia- Trieste e delle linee trans europee di trasporto, reti Ten-T, con particolare riferimento alla tratta del progetto prioritario n°6 AV/AC Venezia - Trieste e allo sviluppo del corridoio baltico - adriatico nel territorio regionale, di intesa con la Direzione Centrale competente;

m) Cura l'attività della Regione all'interno delle Commissioni intergovernative degli organismi comunali e nelle commissioni internazionali per lo sviluppo delle sezioni transfrontaliere e delle reti trans europee in materia di trasporti;

n) Monitora gli adempimenti di competenza regionale relativi ai servizi di trasporto pubblico di persone, automobilistici, ferroviari, marittimi ed aerei;

o) Promuove in accordo con la Direzione competente gli interventi sostegno e dello sviluppo delle Reti Ten, dei Servizi di Trasporto delle merci e persone, dell'intermodalità e della logistica di interesse strategico regionale;

p) Assicura il coordinamento, in accordo con la Direzione competente, dell'elaborazione di programmi in materia di trasporto e della logistica delle merci, la promozione e lo sviluppo dei relativi Servizi;

q) Indirizza e coordina l'attuazione degli interventi e dei progetti di cooperazione transfrontaliera, transnazionale e quelli comunque finanziati con fondi comunitari nel settore dei trasporti;

r) Coordina e monitora in accordo con la Direzione competente, la predisposizione e l'attuazione di piani e programmi di intervento in materia di portalità regionale;

s) coordina e monitora in accordo con la Direzione competente gli interventi finalizzati alla sicurezza della navigazione interna, in particolare nei canali lagunari."