il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

REGIONE FVG: ANCORA BANDI DUBBI, IL CASO ABELLI

Quello che vi raccontiamo oggi è il caso di una persona che recentemente si è aggiudicata un bando di collaborazione (vedi immagine) con la Direzione centrale attività produttive della regione Fvg, senza a nostro avviso avere i requisiti richiesti nel bando stesso e senza alcuna competenza inerente l'oggetto del lavoro da predisporre.

04.11.2013 - Collaborazione coordinata e continuativa per lo svolgimento attività istruttoria in relazione ad Attività del POR FESR 2007 - 2013 di competenza della Direzione per raggiungimento obiettivi di spesa -

Soggetto Percettore: Silvia Abelli

Ragione dell'incarico: selezione con procedura comparativa avviata con decreto n. 1612/PROD/SAGACI dd. 25 ottobre 2012

Durata incarico: un anno dalla data di efficacia del contratto

Compenso previsto: 40mila euro

Il soggetto percettore, ossia l'aggiudicatrice, tramite questo contratto di consulenza ottenuto attraverso una selezione con procedura comparativa porterà a casa per un anno di lavoro la bellezza di 40mila euro di soldi pubblici.Va notato, con non poco sdegno, che nello stesso curriculum che noi alleghiamo in Pdf per quanti volessero prenderne visione, si dichiara la partecipazione ad un corso di "alta formazione sui Fondi strutturali Comunitari" ancora in pieno corso, quindi ancora da conseguire: il periodo indicato del corso va infatti da settembre 2013 a giugno 2014; una vera presa per i fondelli! Fra i requisiti richiesti tassativamente nel bando si parla di comprovate esperienze maturate in materia di gestione dei fondi comunitari e nella gestione di pratiche contributive. Ancora più specifico l'oggetto dell'incarico che richiede:

- l'attività istruttoria per la funzione di gestione e di controllo di primo livello per la qualifica di ammissibilità delle rendicontazioni presentate dalle imprese con qualificazione della spesa e adempimenti connessi previsti dal manuale di gestione, compresa l'effettuazione dei controlli in loco;

- l'attività di istruttoria delle delle istanze di contributo e delle istanze di rendicontazione presentate a valere sul capo 2 e sul capo 3 del DPREG 0273/Pres/2007 in attuazione dell'articolo 11 della legge regionale 26/2005 (cd. progetti coerenti).

- per l'attività istruttoria di gestione e di controllo di primo livello l'esperto incaricato svolge le attività ed assume i doveri previsti dagli articoli 9 ed 11 della legge regionale 7/2000 per i responsabili dell'istruttoria, nonchè dal manuale delle procedure e dal manuale dei controlli di primo livello adottati dall'Autorità di gestione con decreto n.219 del 25/5/2009 e successive modifiche ed integrazioni comprendenti la compilazone e la sottoscrizione dei verbali delle rispettive fasi istruttorie nonchè l'effettuazione dei controlli in loco previsti; l'esperto si attiene altresì alle procedure individuate con check list interne , vademecum per istruttoria, etc.

- l'esperto dovrà svolgere inoltre: attività di raccolta di dati o documentazione relativa alle istruttorie in corso, in relazione a specifiche problematiche evidenziate dal dirigente preposto; attività di inserimento di dati sul sistema GGP, su MIC FVG, archivi in rete, etc; attività di predisposizione di file riepilogativi ed effettuazione di conteggi in relazione a specifiche fattispecie; attività di predisposizione di documentazione (modulistica, report, note standard).

E' sufficiente dare una rapida occhiata al curriculum (allegato in Pdf) della dott.ssa Silvia Abelli per capire che il suo profilo è totalmente estraneo a quanto richiesto da requisiti ed oggetto del bando in oggetto tanto da intuire l'inserimento quasi forzato di un corso ancora all'inizi. Va notato che dalla lettura del curriculum la dott.ssa è specializzata in massaggi rilassanti.

Chiediamo pertanto al responsabile del procedimento, ossia l'allora direttore del servizio affari generali della Direzione centrale attività produttive, dott. Giorgio Paris e al responsabile dell'istruttoria dott. Stefano Fonda se alla luce di quanto dal Perbenista esposto non si sentano in forte imbarazzo a attribuire tale incarico alla dott.ssa Silvia Abelli per la cifra di 40mila euro. Ovviamente come sempre siamo disponibli ad ospitare repliche dei diretti interessati e precisazioni della pubblica amministrazione regionale.

SCARICA PDF ALLEGATO CURRICULUM VITAE SILVIA ABELLI