il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
PRESTO LA RELAZIONE GIURATA DEL DOTT. FABIO ZULIANI

TUTTO COME PREVISTO: FORTUNA HA PARTECIPATO AL BANDO

La Direzione Centrale Funzione pubblica, Autonomie locali e Coordinamento delle riforme ha messo in bando in data 23 ottobre 2013, scadenza 7 novembre 2013, il conferimento dell'incarico di Direttore di Servizio relazioni internazionali ed infrastrutture strategiche, con contratto di lavoro di diritto privato. Un posto estremamente ambito e di responsabilità, che resta in bando per appena quindici giorni. Fra i requisiti richiesti si chiede espressamente una particolare conoscenza della materia dei trasporti e dello sviluppo delle reti di comunicazione trans europee (TEEN.T); una prescisa esperienza attraverso mirate partecipazioni a Commissioni intergovernative per lo sviluppo di progetti pianificatori di trasporto dei corridoi trans europei; attività lavorativa di almeno cinque anni in organizzazioni internazionali e l'aver sviluppato competenza in tavoli di coordinamento interminesteriali. Tutti requisiti questi che sbilanciano eccessivamente verso le competenze connesse alle sole infrastrutture più che alle relazioni internazionali vere e proprie. Ma soprattutto requisiti che fin da subito fanno gridare allo scandalo per la sartorialità che porta immediatamente tutti i funzionari della Regione Fvg a prevedere ben prima della sua iscrizione la partecipazione al bando del dott. Carlo Fortuna. Questa mattina ci è stato comunicato da alcuni "dipendenti" regionali che effettivamente, come da previsioni, il dott. Carlo Fortuna ha depositato il proprio nome per il posto di Direttore di Servizio in bando sopracitato. Da voci ancora da confermate, parrebbe inoltre che siano state "ben poche" le altre domande di partecipazione ad un bando pubblico per dirigente di tale importanza. Sono altresì note le molteplici consulenze che il dott. carlo Fortuna per vari anni ha fornito alla stessa amministrazione regionale, potendo così arrivare ad un lecito ma impari rapporto di stretta conoscenza personale con amministratori e dirigenti regionali Fvg. Forse in questo caso, fra i possibili partecipanti al bando, siamo ben oltre che il caso Cancellieri: ci troviamo di fronte a cittadini di serie A e di serie C. Attendiamo di sapere chi siano i dirigenti regionali che hanno redatto tale bando e se la giunta regionale non ritiene imbarazzante, di fronte ad un costante aumento di sfiducia verso le istituzioni, muoversi in questa direzione.