il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

TERME DI GRADO: FRA ZIO E NIPOTE MANCA SOLO LA DOTE

L'ufficio speciale di progetto per il polo termale gradese, costituito a fine 2008 grazie ad un'intesa tra il comune di Grado e la Regione Fvg, in base alla L.R. 9/2008, al cui vertice è stato posto il neo pensionato dott. Alessandro Baucero, classe 1943, ( che in Regione rivestiva le funzioni di dirette centraledel patrimonio con uno stipendio di 145mila euro annui ) il quale è stato immediatamente affiancato da altri due dipendenti regionali ( che erano già alle sue dipendenze al servizio patrimonio ) e precisamente la dott.ssa Federica Morgera (sino a fine 2012) per gli aspetti giuridici e l'ing. Davide Maruccio De Marco nominato responsabile del procedimento. A vaio titolo altri dipendenti del Comune di Grado o della Regione Fvg hanno saltuariamente collaborato alla struttura speciale dato il duro lavoro evidentemente necessario a fare un bando. Dato che sembrerebbe che il commissario straordinario ed il responsabile unico del procedimento siano rispettivamente zio e nipote, non ritiene la Regione che vi sia qualche problema di incompatibilità anche alla luce del combinato disposto del D.Lgs. 39/2013 sull'incompatibilità degli incarichi ed il nuovo Codice di comportamento dei pubblici dipendenti? Ma la vera domanda che si fanno molti tecnici è se al reponsabile del procedimento in questione ( ammesso che veda mai la fine ), vada riconosciuto anche l'incentivo di cui all'art. 92 del D.Lgs. 163/2006, cosa che potrebbe far assumere una "piega" diversa a quella che al momento sembra solo una scelta di "pessimo gusto".