**
  • Home > Gossip > TERME DI GRADO: UNA ENORME FONTE DI SPRECHI
  • stampa articolo

    TERME DI GRADO: UNA ENORME FONTE DI SPRECHI

    6g

    Sul finire del 2007 la Regione con la finanziaria n° 30/2007 stanziò per ammodernare le vecchie Terme di Grado 13,6 milioni di euro cui si accompagnavano ulteriori 900mila euro per la progettazione, che avrebbero dovuto essere assegnati al Comune di Grado mediane un accordo di programma. Perse le elezioni Illy, il neo assessore al Turismo Luca Ciriani, su indicazione della dirigente alle attività produttive dott.ssa Antonella Manca, pensò bene, con la legge di stabilità 9 dell'agosto 2008, di prevedere al posto dell'accordo di programma, un'intesa con il Comune di Grado per costituire un Ufficio Speciale di Progetto, retto da un Commissario Straordinario, che doveva realizzare un'opera in project financing. Nel novembre 2008 la giunta regionale su proposta delle attività produttive deliberava l'intesa dove si faceva il nome del dott. Alessandro Baucero ( dirigente regionale da poco in pensione ) quale commissario straordinario cui doveva essere dato un compenso di 6500 euro  mensili  oltre ai rimborsi spese. Passano gli anni e nell'estate del 2011 viene pubblicato il primo bando che prevedeva interventi da parte di privati per circa 80milioni di euro oltre ad un apporto della Regione di di 22,6milioni di euro, dato che nel frattempo l'attivissimo consigliere regionale (ex sindaco di Grado) Marin, aveva fatto stanziare ulteriori 9 milioni di euro oltre a quelli inizialmente previsti nel 2007. Tutti i tecnici del settore e non dissero che il bando era privo di qualsiasi fondamento, tanto che dopo numerose proroghe fu definitivamente ritirato a fine 2012. Non pago di ciò, l'Ufficio Progetto dece un nuovo bando rimodulato, ma anche questo profondamente sbagliato, tanto che anche questa volta non giunse nessuna offerta. Infine, è stato dato avvio ad una procedura negoziata ( in corso) che secondo quanto dichiarato dal sindaco di Grado Maricchio nell'ultimo consiglio comunale, è destinata ad andare deserta. Le uniche certezze ad oggi sono:

    A) le Terme di Grado versano da anni nelle condizioni che tutti possono vedere;

    B) nel frattempo sono stati spesi inutilmente tutti i 900mila euro previsti per la progettazione fra stipendi del commissario straordianario ( circa 400mila euro) e quelli dei vari dipendenti dell'ufficio di progetto;

    C) 22,6 milioni di euro destinati ad investimenti giacciono da anni nelle casse regionali.

    Il tutto alla faccia della crisi, degli esodati, dei cassaintegrati, della spending review, ecc. Intanto sembrano addensarsi possibili nubi anche sui vari dipendenti che fanno parte dell'Ufficio Speciale.

  • Commenti

  • Grado orami è in mano, purtroppo già da un decennio, a quei signori che noi diciamo del sud.... l'hanno stravolta con le loro ristrutturazioni ... Commento inviato il 27-10-2013 alle 21:42 da pluto
  • Speriamo arrivi presto la Corte dei conti. Commento inviato il 25-10-2013 alle 21:08 da Hobby
  • Già segnalato il caso su FB, quasi nessun commento da parte dei gradesi, come se la cosa non li riguardasse. Solo Fiore si è indignato.... quindi.... Commento inviato il 25-10-2013 alle 19:43 da Giorgio Tortora
  • dove sono i pentastellati regionali che hanno fatto della lotta allo spreco il loro cavallo di battaglia ? nessuna interrogazione ? Commento inviato il 25-10-2013 alle 19:06 da anonimo
  • ...veramente qualcuno a Grado che scrive, ci sarebbe Commento inviato il 25-10-2013 alle 11:18 da GradoSpia.com
  • Marinaio, sin dall'inizio era apparso evidente che il Piano Economico Finanziario di questo project faraonico non stava in piedi: 75% di tasso di occupazione annuo per l'hotel, 500 posti auto ceduti in diritto di superficie 99.le a ?.40.000/cadauno, 7.340.000 euro di sola rata mutuo/anno x 20 anni! Infatti sono trascorsi 5 anni, 2 bandi di gara, con altrettante proroghe andate deserte, ed ora siamo in procedura negoziata, che non porterà a nulla. Io avevo suggerito in Consiglio comunale di cacciare Baucero a pedate nel sedere, ma è ancora saldamente al suo posto, perché da noi squadra che perde si riconferma. Tutto ciò grazie al beneplacito della passata e dell'attuale amministrazione sia regionale che comunale (Tondo, Seganti, Olivotto, Maricchio). Mi auguro che Serracchiani/Bolzonello non vogliano seguirne le orme, ma intanto stanno proseguendo sulla stessa strada. Ricordo solo che quelle di Bibione sono costate 16 milioni ... e noi, con l'Ufficio Speciale di Progetto, ne abbiamo già mangiati 1 e rotti! Commento inviato il 25-10-2013 alle 09:45 da fiorenzo
  • Davide Maruccio De Marco è il capo delle Nuove Terme grazie allo zietto Baucero Commento inviato il 24-10-2013 alle 22:41 da Anonimo
  • Finalmente grazie a te iniziano ad emergere gli sprechi delle utopistiche Nuove Terme di Grado. Sono indispensabili ma non con la cementificazione, realizzazioni di condomini, alberghi nel Parco delle Rose del Parco delle Rose Commento inviato il 24-10-2013 alle 22:32 da Anonimo
  • Perbenista, bisognerebbe farti un monumento. Senza il tuo coraggioso lavoro queste notizie resterebbero nascoste e nessuno saprebbe niente. Ma cosa fanno gli altri giornalisti? Dove sono? Commento inviato il 24-10-2013 alle 20:19 da Bobo
  • In campagna elettorale Serracchiani aveva promesso pulizia su tante situazioni oscure, speriamo che questa sia una di quelle.... Commento inviato il 24-10-2013 alle 17:42 da anonimo
  • Molto personale, poca manutenzione! Commento inviato il 24-10-2013 alle 17:26 da anonimo.
  • Meglio che vada deserto e che l'assessore Bolzonello dia una pedata al Commissario e destini i soldi a cose più produttive. I gradesi sono solo buoni di piangere e brontolare e non far niente. Meglio dare quei soldi a Lignano. Commento inviato il 24-10-2013 alle 15:18 da marinaio
  • nubi sui dipendenti ? intanto l'ombrello ce lo ficcano in quel posto a noi contribuenti Commento inviato il 24-10-2013 alle 15:06 da anonimo
  • a son dutis compains Commento inviato il 24-10-2013 alle 14:57 da anonim

Responsabilit� dell'utente

Ogni opinione espressa dai lettori attraverso i commenti agli articoli � unicamente quella del suo autore, che si assume ogni responsabilit� civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere "Il Perbenista" manlevato ed indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato. Tutti i contributi testuali, video, audio fotografici da parte di ogni autore/navigatore sono da considerarsi a titolo gratuito.
Lascia un commento Sei Umano?

Scrivici a:

perbenista@gmail.com
PUBBLICITÀ