il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

DIRETTORE GENERALE FVG: BERTUZZI UNO E TRINO

Per via di una norma regionale dal 16 settembre la Regione Fvg avrebbe dovuto avere un direttore generale in pieno servizio. E' trascorso un mese e mezzo eppure ancora non si trova una persona a cui affidare l'incarico. Il vero problema spiegano alcuni direttori rimossi dalle posizioni verticistiche che ricoprivano nella giunta Tondo, sta nel fatto che l'intera macchina rischia di incepparsi. Quella del direttore generale è una figura verticistica essenziale che assume in se tutta una serie di responsabilità. Molti atti non potrebbero essere neppure autorizzati senza la firma da dopo il 16 settembre  del dg. Per ora l'incarico è stato affidato ad interim al segretario generale Daniele Bertuzzi; si dice abbia avuto una proroga a sei mesi. Ma come può un'aministrazione regionale ritrovarsi per carenza di "teste", ad avere una stessa persona, Bertuzzi, a ricoprire tre incarichi chiave come quello di segretario generale, capogabinetto e direttore generale? che in Regione con i top manager ci sia poco confidenza lo si capisce anche dal comportamento del vice presidente della regione con delega al turismo, Sergio Bolzonello, che ha rinnovato fino al prossimo febbraio la fiducia al direttore generale dell'Agenzia Turismo Fvg, Edi Sommariva, che fra pochi giorni compierà 68 anni. Qualcuno ipotizza il ritardo delle nomine a degli impedimenti di persone già scelte ma attualmente impossibilitate per vari motivi ad assumere l'incarico. Non è un mistero infatti che sistemate le "rogne" delle spese dei gruppi regionali, potrebbe diventare Giorgio Baiutti capo caginetto della giunta regionale e in effetti, per età ed esperienza, potrebbe anche essere la persona adatta. A vantarsi invece di avere il nome nel cassetto e di attendere un tavolo unico in cui si decideranno anche i vertici di Friulia e Mediocredito, sono alcuni Vip friulani delle categorie economiche, che da tempo stanno compilando molti tasselli di una giunta regionale in affanno. Che dire poi dell'imminente cambio del direttore di Fvg Strade, dato che fra qualche mese scadrà il contratto di Oriano Turello? Sarà l'attuale presidente, Giorgio Santuz,  a deciderlo oppure qualche lobbista avvicinatosi al Pd con il treno di Matteo Renzi?