il Perbenista
si è rifatto
il look
Notizie flash
VIDEOTELEBLOG - IL NUOVO CANALE YOUTUBE DEDICATO ALLE INCHIESTE

POSSIBILE RIENTRO DI RICCARDI IN AUTOVIE E TRATTATIVA

La storia di Autovie Venete dal 1994 ad oggi è la classicica storia "italiana" degna di essere narrata in tutti i suoi momenti. Presidenti, amministratori delegati, direttori operativi e/o generali, uffici stampa, assessori regionali e, fino ad arrivare ai giorni d'oggi, Terza Corsia. Lo spazio sul nostro sito per farne un'accurata inchiesta è certamente poco, ma su un mensile potrebbe diventarne l'inchiesta di punta. Sarà per questo, che Il Corsaro della Sera, mensile presente in tutte le edicole della Regione da fine settembre ci dedicherà un ampio servizio. Ma, intanto restiamo al gossip odierno. Voci molto autorevoli del centrosinistra e del centrodestra regionale, sosterrebbero che in questi giorni l'ex assessore regionale alle infrastrutture Riccardo Riccardi, abbia cercato di verificare con la governatrice Debora Serracchiani i presupposti di un suo possibile ritorno alla direzione generale di Autovie Venete. Ma per quale ragione, se ciò dovesse essere vero, Riccardi avrebbe sentito il bisogno di un pre colloquio con il suo principale avversario politico? Cosa vorrebbe aver lecitamente garantito e, soprattutto, in cambio di che cosa? L'ipotesi politica che pare trovare maggior credibilità, potrebbe essere quella di un suo ritiro definitivo dalla politica attiva e quindi la garanzia che semmai si dovesse tornare alle urne, non sarà lui il candidato governatore del centrodestra che sfiderà un Serracchiani bis oppure Bolzonello. Ad un'altra domanda, tuttavia, in tempi rapidi cercheremo di dare risposta: qualora Riccardo Riccardi dovesse rassegnare le dimissioni da consigliere regionale, avrebbe realmente diritto ad occupare la poltrona di direttore generale attualmente occupata da Razzini e con le stesse deleghe operative e per quanto tempo ?